Napoli, nuovi guai per Allan: ladri fanno irruzione nella sua abitazione

Alcuni malviventi ha fatto irruzione nella villa del calciatore, protagonista in settimana dell'ammutinamento verso la società

Brutta disavventura per Allan, nella serata di ieri il calciatore del Napoli facendo rientro a casa ha trovato l'abitazione messa a soqquadro dai ladri.

Un problema dietro l’altro per il centrocampista brasiliano, dopo l'infortunio che lo ha messo fuori gioco per gli ultimi match e le liti degli ultimi giorni con la società ieri sera i ladri hanno fatto irruzione nella sua casa di Pozzuoli, una cittadina a pochi chilometri da Napoli. Allan non si è accorto di nulla, perché era insieme con moglie e figli in un altro piano della villa in cui abita alle porte del capoluogo campano. Al momento non si conoscono i danni subiti. Sul furto sta indagando la Digos napoletana ma in ogni caso per si esclude qualsiasi tipo di legame tra questo episodio e quanto avvenuto in settimana.

Sono stati giorni molto intensi per Allan, finito al centro delle polemiche per essere stato uno dei fautori della rivolta nello spogliatoio azzurro dopo il match con il Salisburgo. Il centrocampista è stato pesantemente fischiato nell'allenamento a porte aperte al San Paolo, nonostante avesse cercato di sdrammatizzare la situazione con qualche gesto distensivo nei confronti dei tifosi. I supporters azzurri non gli hanno perdonato quanto emerso nelle ricostruzioni della vicenda di martedì sera. Si era parlato infatti di una violenta lite nello spogliatoio proprio tra Allan ed Edoardo De Laurentiis, secondogenito di Aurelio e vice presidente della società. Nelle ultime ore è però circolata l’indiscrezione di un messaggio distensivo di scuse del mediano al figlio del presidente nel tentativo di ricucire lo strappo. Lo scontro era stato additato tra i motivi scatenanti che avevano indotto lo spogliatoio, guidato dai cinque senatori Mertens, Callejon, Insigne, Koulibaly e pure Allan all'ammutinamento.

Intanto gli azzurri scenderanno in campo stasera contro il Genoa di Thiago Motta. Allan non è comunque convocato per la gara, ancora infortunato per la botta rimediata contro l'Atalanta. Gli uomini di Carlo Ancelotti ritroveranno un pubblico imbufalito dopo i fatti della settimana e che dopo la dura contestazione nell'allenamento a porte aperte di giovedì ha tappezzato la città di striscioni contro i giocatori. Servono assolutamente i tre punti per risalire in classifica e per archiviare una settimana surreale prima della sosta per le nazionali.

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?