Neymar, altri guai in arrivo: sequestrati 36 immobili per evasione fiscale

Neymar sarebbe stato accusato di evasione fiscale per circa 16 milioni di euro durante il suo passaggio dal Santos al Barcellona. Sequestrati 36 beni immobiliari

Neymar sta vivendo uno dei momenti più brutti della sua carriera e della sua vita. Il fuoriclasse del Psg, infatti, dopo essersi infortunato saltando così la Copa America con il Brasile, ha dovuto subire anche l'accusa di stupro da parte di Najila Trindade che l'ha esposto e non poco al tritacarne mediatico. L'ex attaccante di Barcellona e Santos, però, almeno da quel punto di vista sempre che possa trovare il bandolo della matassa anche perché il castello di carta costruito dalla modella 26enne che l'ha accusato sta perdendo pian piano impatto e credibilità.

Neymar inoltre non è più considerato incedibile dal suo club con lo sceicco Nasser Al-Khelaifi che è ora disposto a lasciarlo partire ma non a svenderlo dopo i 222 milioni di euro spesi solo due estati fa. Per il brasiliano, però, i guai non sono finiti dato che secondo il quotidiano brasiliano Folha sarebbe stato disposto un sequestro di 36 immobili di proprietà del 27enne, della sua famiglia o di alcune sue società nell'ambito di un procedimento che lo vede accusato di evasione fiscale per circa 16 milioni di euro. Tra i beni requisiti anche due mega ville da oltre 3.000 metri quadrati, in una zona molto lussuosa nella zona di Jardim Acapulco, a Guaruja'. I fatti, però, risalirebbero a sei anni fa con il suo passaggio dal Santos al Barcellona.