Ronaldo da record: superati Inzaghi e Trezeguet

Paratici commenta così i numeri di Cristiano Ronaldo: "CR7 forse il giocatore più importante nella storia del calcio"

Juventus-Spal non solo è stata la partita che confermato il primo posto dei bianconeri (LEGGI QUI), ma anche il match che ha conferito a Cristiano Ronaldo un primato per quanto riguarda la storia della Vecchia Signora: ieri, grazie al suo centro, il portoghese è arrivato a quota 10 gol nelle sue prime 16 partite con la maglia della Zebra. CR7 si afferma dunque come il più veloce ad arrivare in doppia cifra nella stagione d'esordio: in precedenza lo era stato Filippo Inzaghi (18 partite); seguivano anche Gonzalo Higuain (in 20 partite) e David Trezeguet (in 29 partite).

Paratici si gode CR7 e lo difende

Intanto Fabio Paratici ha difeso il numero 7, in seguito alle recenti indiscrezioni che lo escludono dai candidati per la vittoria del Pallone d'Oro: "Il fatto che possa non vincere il Pallone d'Oro mi sembra una cosa abbastanza strana, un giocatore che ha segnato 15 gol in un'edizione di Champions, di cui molti decisivi, di pregevole fattura, noi ne sappiamo qualcosa, quindi mi sembra veramente strano che non vinca il Pallone d'Oro". Guai a mettere in discussione le sue qualità: "Come giocatore credo che solo un folle potesse dubitare delle qualità e delle potenzialità di Cristiano, che sia il giocatore più forte del mondo, più importante della storia del calcio, quindi non ci sono dubbi. In questo momento lo vedo serenissimo come lo è sempre stato in questi mesi alla Juve." Infine una dichiarazione sull'addio di Marotta: "È una persona a cui io sono molto legato sia personalmente che professionalmente, l'ho ripetuto più volte. Gli faccio un in bocca al lupo, è un grandissimo dirigente e sicuramente lo dimostrerà anche all'Inter".