Pastore gela l'Inter e Spalletti: "Amo il Psg, non mi muovo da qui"

Pastore ha chiuso le porte ad un suo addio al Psg in questa sessione di mercato: "Amo Parigi, amo il Psg, non me ne vado". L'Inter resta alla finestra

Il messaggio di Luciano Spalletti è arrivato dritto e chiaro alla dirigenza dell'Inter: servono rinforzi per poter concorrere con Roma e Lazio alla conquista del tanto agognato posto in Champions League. I nerazzurri, dopo 20 giornate, sono terzi a quota 42 punti ma giallorossi e biancocelesti non mollano e queste ultime 18 battaglie diranno chi tra queste tre squadre andrà in Champions o resterà fuori dalla competizione più importante e prestigiosa per i club.

Walter Sabatini, coordinare dell'area tecnica di Suning, è volato a Nanchino per parlare con il patron dell'Inter, Zhang Jindong, per capire come muoversi sul mercato visto che servono almeno 3-4 giocatori per rinforzare la rosa. I nerazzurri nelle ultime cinque giornate hanno messo insieme solo tre punti, frutto dei pareggi contro Juventus, Lazio e Fiorentina e delle sconfitte maturate contro Udinese e Sassuolo. In difesa i nomi forti sono quelli di Blind e di Yanga-Mbiwa, difficile il primo più fattibile il secondo. Sulla trequarti, invece, sono vivi i nomi di Deulofeu, Mkhitaryan e Pastore che però a Yahoo ha gelato i nerazzurri con queste poche ma significative dichiarazioni: "Amo Parigi, amo il Psg. E non cambierò".