Prandelli, esordio con sconfitta per il Galatasary

Il club turco perde la sua prima amichevole con gli austriaci del Rapid Vienna. Si cercano rinforzi per la rosa

Cesare Prandelli

Arriva esattamente un mese dopo la rete di Godin che mise fine all'avventura azzurra nel mondiale brasiliano, la prima amichevole per Cesare Prandelli alla guida del Galatasaray. E l'esordio non è stato dei migliori con la squadra turca sconfitta per 3 – 1 dal Rapid Vienna, che ha saputo ribaltare la situazione dopo la rete del vantaggio siglata dalla formazione dell'ex Ct azzurro.

Chiaramente una sola amichevole prestazionale non significa niente, viste le diverse condizioni di forma delle squadre, ma per Prandelli è arrivata subito un'altra delusione con una prestazione insufficiente da parte dei suoi giocatori. Il Galatasaray aveva iniziato abbastanza bene sul terreno del Rapid, mettendo a segno la rete del vantaggio con il difensore camerunense Chedjou, visto recentemente anche al mondiale con la maglia della sua nazionale, poi c'è stato il pareggio da parte degli austriaci, che nella ripresa sono anche riusciti a ribaltare il risultato.

Un risultato che seppure deludente, era forse da mettere in preventivo dato il ritardi di preparazione che Prandelli aveva già visto, tanto da annullare nella scorsa settimana un'altra amichevole, che doveva essere disputata contro un'altra formazione austriaca, il LASK Linz, proprio per dar modo ai suoi giocatori sia di migliorare le proprie prestazioni atletiche, che per assimilare al meglio i suoi schemi di gioco.

L'allenatore bresciano attende da parte del suo club alcuni rinforzi e si è parlato anche del cileno Medel, sul quale sembra ad un passo dalla chiusura l'Inter di Mazzarri. Il Galatasaray però avrebbe messo sul piatto molti più soldi di quelli offerti dall'Inter, con il Cardiff che si troverebbe ad incassare circa 12,6 milioni di euro, cifra molto vicina a quanto investito lo scorso anno sul giocatore. Un altro possibile arrivo alla corte di Prandelli è Ezequiel Lavezzi; l'argentino del Paris Saint Germain non è nella lista delle cessioni del club parigino, ma anche in questo caso potrebbero essere decisivi i soldi che offre il club turco, che dovrebbe poi trovare l'accordo anche con il giocatore, che potrebbe trovare nella formazione di Cesare Prandelli più spazio di quello che normalmente gli riserva Blanc nella squadra campione di Francia.

Tornando alla gara disputata a Vienna, il vantaggio turco è arrivato a metà della prima frazione con Chedjou, ma dopo soli due minuti di gioco gli austriaci sono riusciti a tornare in parità grazie alla rete messa a segno da Wydra. Chiuso il primo tempo sull' 1 – 1, nella ripresa sono arrivati i goal del 2 – 1 casalingo con Behrendt dopo 52 minuti ed infine il 3 – 1 proprio nel finale di gara, da parte di Alar, che ha definitivamente condannato la formazione di Prandelli, lasciando qualche perplessità all'interno della società, che si aspettava certamente un inizio migliore.

Commenti

linoalo1

Gio, 24/07/2014 - 16:21

Domanda:è l'allenatore che fa la Squadra o,per caso,il contrario?Ovviamente,se,io allenatore,ho una Squadra di Pippe,più o meno come l'Italia 2014,è ovvio che la strada sarà breve!Quindi,non si dia sempre la colpa all'allenatore!Lino.

schiacciarayban

Gio, 24/07/2014 - 17:07

Secondo me stiamo dando troppa importanza all'allenatore. Una squadra di campioni potrebbe giocare anche con Pinco Pallino che vincerebbe, mentre una squadra di cippe può avere anche il sopravvvalutatissimo Mou che perderebbe lo stesso!

Gianca59

Gio, 24/07/2014 - 17:58

Rinforzi per la rosa ? Se è vero che l' Arsenal ha cambiato idea, c' è Balotelli disponibile per 4 soldi …..

Ritratto di depil

depil

Gio, 24/07/2014 - 19:20

povero Galatasaray, ha dato ascolto alla corrotta stampa italiana che per ordini superiori ad ogni sconfitta di Prandelli lo applaudiva e lo elogiava (anche per la sconfitta con il Lussemburgo). Sicuramente anche in questo caso daranno la colpa a Balotelli che venuto in sogno al genio immenso di Prandelli lo ha sicuramente distratto.