Ai Giochi invernali una medaglia rischia di saltare per il freddo

La combinata potrebbe non essere disputata per le condizione meteo proibitive

Tocca i 25 gradi sotto lo zero la temperatura a PyeongChang, in Corea, con raffiche di vento tra i 70 e i 100 chilometri orari che stanno rendendo particolarmente difficile l'organizzazione della combinata nordica. Circostanze che, per la prima volta a memoria di Giochi invernali, potrebbero portare alla non assegnazione di una medaglia per l'impossibilità di disputare la competizione.

Già la discesa libera maschile e lo slalom gigante femminile hanno subito un necessario rinvio e molte sono state le cadute tra snowboard e sci alpino. C'è ancora tempo per la combinata, che si dovrebbe disputare martedì, con prove alle 3.30, ma potrebbe non bastare perché la situazione metereologica si aggiusti.

"La priorità è la sicurezza degli atleti - spiega il portavoce del Cio, Mark Adams - Dobbiamo rivedere il programma e questo ci provoca un gran mal di testa, ma non prenderemmo mai una decisione che potrebbe mettere a rischio la sicurezza degli atleti". E ricorda come a Nagano si disputò la discesa cinque minuti prima della cerimonia della chiusura. Ma "è presto per parlare di questo".

Commenti

framarz

Lun, 12/02/2018 - 18:44

sicuramente è colpa del riscaldamento globale