Rai, Formula 1 infarcita di pubblicità. La Lega: "Perché paghiamo il canone?"

Rai nella bufera per la conduzione al Gp di Baku. Continue interruzioni pubblicitarie e rientri in diretta con gaffe. L'ira della Lega contro viale Mazzini

"La Rai si deve vergognare". Al termine del Gran premio di Baku sulla Rai si riversa una pioggia di polemiche infuocate. A impallinare i vertici di viale Mazzini è la Lega Nord che accusa la tivù pubblica di aver commesso gravi errori nella regia e di aver infarcito l'evento automobilistico di paubblicità. "A questo punto - si è chiesto il senatore del Carroccio, Roberto Calderoli - che senso ha pagare il canone?".

Prima ha preferito perdere la maggior parte delle telecronache in diretta di Formula 1 lasciandole a Sky. Con la beffa per chi è obbligato a pagare il canone non ha potuto vedere quasi nessuna gara in diretta finora. Ad eccezione di oggi quando, per una volta tanto, la Rai ha trasmesso in diretta un Gp. Peccato che la Rai abbia combinato un asticcio senza precedenti. "Oggi - ha tuonato Calderoli - si è davvero toccato il fondo con continue interruzioni pubblicitarie, rientri in diretta accompagnati dal silenzio assordante dei commentatori o peggio ancora dai loro dialoghi non essendosi resi conto di essere tornati in diretta, persino difficoltà grammaticali degli stessi commentatori come per esempio dire 'uno pneumatico' nemmeno fossero dei commentatori tedeschi che improvvisano in italiano". Tanto che Calderoli arriva a chiedersi: "Allora perché si deve pagare il canone se di fatto è una televisione commerciale?".

Calderoli, che si vanta di "non aver mai pagato finora il canone", ora lamenta di essere obbligato a pagare dal momento che l'odiatissimo balzello è stato inserito nella bolletta della luce. Una mossa, quella di aver infilato il tributo per il possesso di un apparecchio televisivo in bolletta, che oltre a essere molto discutibile da un punto di vista costituzionale porterà a un extra gettito di 350 milioni per le casse di un sistema radiotelevisivo pubblico che ormai altro non è che uno strumento di propaganda del governo. "Paghiamo quindi per farci fare il lavaggio del cervello sulla politica e per farci indottrinare su quello che dobbiamo acquistare - conclude il senatore leghista - ma poi un evento importante e spettacolare come la Formula1, che ogni tv valorizza al massimo, viene scempiato in modo vergognoso".

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 19/06/2016 - 19:31

Caro Roberto, succedeva gia fin dai tempi di Poltronieri, fidati di quello che ti dice il tuo amico Leghista Monzese che la F1 la segue dal 1961. Ciao dal Nicaragua.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 19/06/2016 - 19:40

"Perché paghiamo il canone?". E' la domanda che ci facciamo in molti.

freud1970

Dom, 19/06/2016 - 19:46

Per ingrassare chi ci governa e le caste.... PRIMA O POI TUTTI I NODI ARRIVERANNO AL PETTINE....

pier47

Dom, 19/06/2016 - 20:04

buonasera, a parte che ogni volta che c'è la pubblicità io cambio canale,ormai si sa quanto dura,ma resta il fatto che mazzoni,ferrari,clerici ecc.ecc.ecc.sono gli esempi delle nullità che lavorano in rai,se non la si privatizza continuerà questo schifio. saluti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di korsetti

korsetti

Dom, 19/06/2016 - 20:07

Caro Calderoli dire "uno pneumatico" è più corretto di dire "un pneumatico"-

mar75

Dom, 19/06/2016 - 20:14

Dire 'uno pneumatico' è corretto: http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/pneumatico-pneumatico Credo che l'ignorante sia Calderoli.

Ritratto di nembo183

nembo183

Dom, 19/06/2016 - 20:16

Mi spiace per Cadleroli, che è anche simpatico, ma UNO PNEUMATICO è corretto

il sorpasso

Dom, 19/06/2016 - 20:22

Ma c'è ancora qualcuno che guarda quel carrozzone della Rai? Guardo quasi sempre i programmi di Mediaset che nonostante non costa nulla chiude i bilanci in attivo tutto contrario della Rai che riceve un canone!!!

Linucs

Dom, 19/06/2016 - 20:25

Paghi il canone perché è una tassa; lo "stato" ti obbliga a pagarlo grazie all'aiuto degli uomini in divisa con la pistola, detti "i servitori dello stato". Mi sembra abbastanza semplice. Alla gente con "il senso dello stato" sembra anche una cosa normale.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 19/06/2016 - 20:46

Fortunatamente ho SKY che nonostante qualche pecca,..... nessuno è perfetto, non ha nulla da condividere in fatto di qualità con le cialtronate che la RAI continua a proporre nei suoi palinsesti. Ma quello che è peggio, lo fa tramite quel furto di stato che prima si chiamava "cannone" e ora continua a farlo con il prelievo forzato in bolletta elettrica

MOSTARDELLIS

Dom, 19/06/2016 - 22:26

L'unica soluzione è la privatizzazione di questo carrozzone pazzesco, in mano a gentaglia e pieno di raccomandati nullafacenti CHE ASSOMMANO A BEN 13.000 dipendenti, con stipewndi favolosi. Tutti a casa e privatizzazione!!! Basta canone e pubblicità. Mediaset ha la metà dei dipendenti.

greg

Dom, 19/06/2016 - 22:56

Vi domandate che senso ha pagare la pubblicità alla RAI, ovviamente oltre a furto del canone obbligatorio? MA E' PIUTTOSTO SEMPLICE, pensate al contratto annuale di Fabio Fazio, solo per fare una trasmissione faziosa come la sua, in più con la presenza nauseante della Littizzetto, altrettanto pagata anche lei, moltiplicata per almeno altri 300 altrettanti contratti con altri mantenuti stile Fazio e gli sipendi che corrono in Rai, dove mi sa che un semplice usciere ha uno stipendio che neppure un artigiano, che paga ogni mese 10 bravi operai che producono PIL, potrebbe sognarsi si prendere.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 19/06/2016 - 23:42

Perché paghiamo il canone? PERCHÉ ABBIAMO AL GOVERNO UNA MASSA DI DISONESTI ABUSIVI CHE USANO LA RAI PER FARSI PUBBLICITÀ.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 20/06/2016 - 06:37

Purtroppo è l'assalto al portafoglio, in primis lo stato italiano quindi....

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 20/06/2016 - 06:40

Perchè non mettono all'asta la rai ? Senz'altro se passasse in mano a dei privati si avrebbero dei programmi decenti, mediaset docet.

Ritratto di dlux

dlux

Lun, 20/06/2016 - 08:30

Forse che il centrodestra, quando poteva, ha fatto qualcosa per cancellare questa mostruosità normativa? Eppure la logica vorrebbe che il pagamento fosse legato ad un consumo, non presunto, ma effettivo come il gas, l'energia elettrica, ed altre utenze. Non certo per il "possesso" di un attrezzo che io utilizzo per guardare tutto tranne la Rai!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 20/06/2016 - 23:30

# dlux 08:30 Generalizzare è un brutto difetto. Accusare il centrodestra di non aver messo a posto tutti i mali del sinistrume che governa l'Italia da troppi anni è ingiusto. Si ricorda cosa è successo a Berlusconi MENTRE TENTAVA DI GOVERNARE QUESTO PAESE OSTAGGIO DI COMUNISTI CHE SI SONO INVENTATI DEMOCRATICI? Si ricorda che a Milano ed in Italia ci sono procure NELLE MANI DI MAGISTRATI ADEPTI DI MAGISTRATURA DEMOCRATICA CHE SCAVALCANO IL PARLAMENTO E LE NOSTRE LEGGI ED APPLICANO LA LORO IDEOLOGIA COMUNISTOIDE?