Da Rio 2016 a Budapest 2017: la svolta di Federica Pellegrini

La Pellegrini ha vinto la sua quinta medaglia d'oro ai Mondiali, riscattando così la grandissima delusione incassata alle Olimpiadi di Rio 2016

Le Olimpiadi di Rio de Janeiro sono solo un brutto e lontano ricordo per Federica Pellegrini che ha riscritto nuovamente la storia ai Mondiali di Budapest. La classe '88 ha dato la birra, nei 200 metri stile libero, a colleghe ben più giovani di lei come l'americana Ledecky, classe '97, che dopo 12 ori ai Mondiali si è dovuta accontentare della medaglia d'argento. La Pellegrini era reduce da un annus horribilis, visto che il 2016 era stato avaro di soddisfazioni per lei che si dovette accontentare della medaglia di legno alle Olimpiadi brasiliane del 2016.

Non solo dal punto di vista sportivo, però, perché la Pellegrini ha avuto un periodo molto travagliato dal punto di vista sentimentale con il collega Filippo Magnini. L'Araba Fenice, ancora una volta in carriera, ha dato un calcio alle difficoltà, si è allenata a testa bassa ed ha compiuto l'ennesimo capolavoro della sua straordinaria carriera. La Pellegrini, a fine gara, era visibilmente felice ed emozionata e si è presentata in zona mista proprio con Magnini, a testimonianza di come l'amore tra i due, forse, sia risbocciato. La sua relazione con Magnini è stato un alternarsi di alti e bassi visto che si è anche parlato di matrimonio. Alla bella Federica è stato anche attribuito un gossip che la voleva fidanzata con il cugino di Magnini, Matteo, che è pure allenatore della Pellegrini. La 28enne di Mirano, ora, si gode un importantissimo successo che ha definitivamente spazzato via la delusione di Rio che aveva minato le certezze di una fuoriclasse di assoluto livello.