Rossi, l'indiscrezione: la discussione con Espargaro dopo Valencia

A pochi giorni dal vergognoso epilogo di Valencia, nuove indiscrezioni su ciò che è accaduto nei box a fine gara. Non solo Marc Marquez e Jorge Lorenzo: c'è un quarto spagnolo con cui Valentino Rossi ha "fatto scintille". Si tratta di Aleix Espargaro

A pochi giorni dal vergognoso epilogo di Valencia, nuove indiscrezioni su ciò che è accaduto nei box a fine gara. Non solo Marc Marquez e Jorge Lorenzo: c'è un quarto spagnolo con cui Valentino Rossi ha "fatto scintille". Si tratta di Aleix Espargaro, uno dei pochi nel circus ad aver definito quella di Lorenzo una vittoria "meritata", e uno dei pochissimi che in pista, all'ultima gara, ha opposto una robusta resistenza agli attacchi del Dottore. Resistenza un po' sospetta, tanto che Rossi, a fine gara - spiegano i media spagnoli - sarebbe andato nei box Suzuki per chiedere spiegazioni. Nei box avrebbe parlato con Davide Brivio, manager e capo della squadra.

Incalzato sulla vicenda, Espargaro ha risposto: "Il vincitore giusto è Jorge". Parlando della bagarre con Rossi, ha spiegato: "Vale è andato dritto in una curva e io non avevo intenzione di frenare, è la cosa più giusta che si può fare". Dunque Espargaro cita Pep Guardiola, spiegando che quanto avvenuto gli ricorda molto una frase del mister: "Il modo migliore per rispettare il tuo rivale è di far quello che sai fare bene, ovvero continuare ad attaccare e guidare al massimo. È quello che ho fatto e che avrebbero dovuto fare tutti". Già, proprio tutti: Marquez compreso.

Commenti
Ritratto di Paola70

Paola70

Mer, 11/11/2015 - 20:41

Espargaro ha detto che è andato al suo massimo...ma non gli è bastato con Rossi al confronto del quale sembra un principiante che prende la patente...

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Ven, 13/11/2015 - 15:20

. io non so chissei e la cosa mi scivola via senza attrito; meno ancra cosa dici di altri.- Questo ragazzo, prima di vincereDIECI motoGP aveva già mostrato come si sta in pista cn la''250'' , sempre da vittorioso, ed era tanto giovine che non aveva l'età per il patentino per moto! La correttezza poi è visionabile a tutti, a me dispiace la pessima fine dei giochi, ma egli ne è cimpletamente fuori.-