Verdi dice no al Napoli: "Li ringrazio ma ho scelto di restare a Bologna"

Verdi ha deciso di non accettare l'offerta del Napoli: "So che avrei potuto giocare l'Europa League e giocarmi lo Scudetto ma ho preferito restare a Bologna per ultimare il mio processo di crescita"

Simone Verdi ha avuto coraggio da vendere. Il fantasista del Bologna, infatti, dopo un lungo tira e molla ha deciso di dire di no al Napoli del suo grande mentore Maurizio Sarri. L'accordo tra i due club era ormai stato raggiunto da diversi giorni ma i tentennamenti dell'ex canterano del Milan avevano gettato dubbi sulla conclusione positiva dell'affare e puntualmente questa mattina c'è stato il no del giocatore agli azzurri.

Verdi, però, a Sky Sport ha voluto chiarire che la sua è stata una scelta dettata dal cuore: "Non è stato un no al Napoli. ma in questo momento non volevo cambiare squadra per finire il mio processo di crescita. Ci hanno provato in tutti i modi, ma ho scelto io. Dovevo andarci con la testa giusta, non ho preso un treno ma ora dovrò dare di più a Bologna. Sono stato lusingato perché l'offerta era importante e ovviamente ci ho pensato molto prima di prendere una decisione. Non è stato un no al Napoli il mio, ma volevo restare al Bologna fino a giugno per continuare nel mio processo di crescita. Ho sempre pensato questa cosa e ho portato avanti la mia idea. Ero consapevole di essere cercato dalla prima della classe e che avrei potuto giocarmi l'Europa League e lo scudetto, ma ho scelto con serenità e il sorriso per ultimare il mio progetto qui".