Da Viola a Leonardo: i sette tecnici che hanno allenato Milan ed Inter

Sono solo sette gli allenatori che si sono seduti sulle panchina di Inter e Milan: Viola, Bigogno, Radice, Castagner, Trapattoni, Zaccheroni e Leonardo. Pioli sarà l'ottavo

Stefano Pioli è ormai prossimo a diventare il nuovo allenatore del Milan con buona pace dei tifosi rossoneri che non hanno apprezzato la scelta della società di cambiare Marco Giampaolo con l'ex allenatore di Fiorentina ed Inter. Il tutto dovrebbe essere ratificato entro il tardo pomeriggio con l'esonero dell'attuale tecnico che sarà subito seguito dall'annuncio ufficiale del nuovo allenatore che ha battuto la concorrenza di un altro ex Inter come Luciano Spalletti che ha avuto problemi nel trovare l'intesa con i nerazzurri per quanto concerne la buonuscita.

Stefano Pioli, dunque, si appresta ad entrare in un club esclusivo composto attualmente da altri sette allenatori che hanno avuto l'onore e il privilegio di allenare sia l'Inter che il Milan. Partendo Jozsef Viola che nel 1919 fu giocatore-allenatore dell'Ambrosiana e che ha poi allenato per un anno il Milan dal 1933-1934. Nel 1946 Giuseppe Bigogno si siede sulla panchina rossonera e ci resta per tre anni, nel 1958-59 passa all'Inter ma viene esonerato a metà stagione circa.

Luigi Radice ha allenato per una sola stagione sia il Milan che l'Inter: i rossoneri nel 1981-1982 venendo esonerato e l'Inter due anni dopo collezionando 41 panchine. Il quarto in ordine di tempo fu Ilario Castagner che ha diretto il Diavolo in Serie B e che ha guidato poi l'Inter nel 1984-1985 nella massima serie. Il nome eccellente è quello di Giovanni Trapattoni, giocatore storico e poi allenatore del Milan nel 1973-1974. Il Trap vinse lo scudetto dei record con l'Inter nel 1989.

Ci fu poi Alberto Zaccheroni che vinse il tricolore con i rossoneri nel 1999, mentre nel 2003 passò all'Inter. L'ultimissimo in ordine di tempo è stato Leonardo che nel 2009-2010 diresse il Milan per 48 partite e che a gennaio del 2011 diventò il tecnico nerazzurro fino a fine stagione al posto di Rafa Benitez esonerato a dicembre. Manca solo l'ufficialità ma a breve toccherà a Pioli diventare l'ottavo re di Milano con la speranza per i tifosi rossoneri che sia la scelta giusta per disputare una stagione dignitosa.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?