«Volete Ganso? La camorra non può pagare tanto»

Napoli è mille colori, ma l'immagine arrivata in Brasile deve essere ancora in bianco e nero. Più nero e meno bianco, in verità. Basta sentire le parole del presidente del San Paolo. Incalzato sul presunto interessamento degli azzurri per il fantasista Ganso, Carlos Miguel Aidar non si è risparmiato. «Noi non vendiamo e poi al Napoli non basterebbero nemmeno i soldi della camorra per fare questo colpo. Non c'è alcuna possibilità, la camorra ha perso potere». L'accostamento tra società e malavita è quantomeno azzardato. Il castigo è arrivato poco dopo sul campo, col San Paolo di Aidar preso a pallate (5-2, nonostante il gol di Pato) dal Fluminense. Per il mercato del Napoli, altra brutta notizia dal Portogallo. Il Benfica sta negoziando con lo Zenit la cessione di Garay, difensore argentino che piace a Benitez. Bigon e soci sanno che difesa e centrocampo sono i reparti da rinforzare. Sarà sacrificata una pedina in attacco: Pandev indiziato numero uno.
MILAN ALLA VALENCIANA. Anche il mercato del Milan entra nel vivo. Robinho è a un passo dal Besiktas, mentre Emanuelson non rinnoverà il contratto in scadenza a giugno, a meno di repentini ripensamenti. Il riscatto di Rami è ancora a un punto morto. Il Valencia del magnate Peter Lim, che sta puntando Dzeko per l'attacco, ha soldi a volontà e non vuole scendere sotto i 7,5 milioni pattuiti lo scorso autunno. I rossoneri puntano allo sconto e nell'affare potrebbe spuntare Aly Cissokho. Sì, proprio il terzino che il Milan scartò dopo le visite mediche nel 2009 per un presunto problema ai denti. Cissokho è in uscita, dopo un'annata non troppo esaltante in prestito a Liverpool. Nel frattempo ufficializzato l'arrivo a parametro zero di Agazzi: contratto sino al 2017. Sul fronte Inter si registra un'accelerata nella trattativa con Ricky Alvarez per il rinnovo. L'agente Simonian incontrerà presto i dirigenti nerazzurri per formalizzare il tutto. Senza troppi patemi.
GERVINHO SE NE VA. Il bel campionato della Roma ha un risvolto negativo. Le grandi d'Europa si sono accorte della sua merce pregiata e vengono a fare spesa. Benatia piace al Barcellona: resistere all'offensiva sarà dura. Ma c'è di peggio: Gervinho vuole l'aumento d'ingaggio e minaccia di andarsene se Pallotta non lo accontenterà a breve. Il sospetto è che ci sia qualche big dietro, in prima fila il Manchester United. Che farà la Roma?

Commenti

Klotz1960

Ven, 23/05/2014 - 10:58

Cosi' parla un brasiliano, Paese di un incivilta' totale, assoluta ed irrecuperabile, in cui milioni vivono in favelas, privi anche di assistenza sanitaria, a qualche centinaio di metri dalle case dei signori. Questo povero idiota dev'essere uno di questi signori, talmente idiota da non rendersi conto che con tutti i suoi problemi, Napoli, rispetto a Rio de Janeiro, San Paolo e qualunque altra citta' brasiliana, resta un modello inarrivabile di altissima e raffinata civilta'.