Sposaitalia: le collezioni fanno centro tra sfilate, Vip e compratori

L'edizione 2015 del salone dedicato agli abiti da sposa e da cerimonia di Fiera Milano ha accolto 7.318 visitatori professionali, il 30 per cento stranieri. Corrado Peraboni: "I 181 marchi presenti all'esposizione sono stati l'espressione dell'eccellenza per stile, versatilità e alto contenuto di ricerca"

Tanti visitatori professionali per l'edizione 2015 di Sì Sposaitalia Collezioni, ben 7.318 (in linea con lo scorso anno) e anche mondanità fra abiti da sposa e da cerimonia, sfilate e affari: Anna Falchi, Gabriel Garko e Belen Rodriguez hanno testimoniato come anche chi ha già il dono del fascino e dell’eleganza cerca nella bellezza degli abiti la piena valorizzazione della propriapersonalità.

"Le radici con il territorio italiano, vero punto di forza della manifestazione – afferma Corrado Peraboni, amministratore delegato di Fiera Milano - ci hanno permesso di completare l’offerta con i migliori marchi internazionali che hanno raggiunto, in questa edizione il 40 per cento dell’offerta espositiva. I 181 marchi presenti all'esposizione sono stati l’espressione dell’eccellenza per stile, versatilità e alto contenuto di ricerca".

"Tra i compratori internazionali - continua Peraboni - che rappresentano il 29 per cento degli ingressi alla manifestazione, i Paesi che registrano percentuali in aumento sono stati Emirati Arabi, Stati uniti, Gran Bretagna, Israele, Libano, Polonia e Romania. Leggermente sottotono invece Russia e Francia. Questi risultati eccellenti sono stati realizzati anche grazie al supporto di Ita-Ice, l'Italian Trade Agency, che ha collaborato attivamente con noi nella selezione dei buyer".

Per i grandi buyer la manifestazione rappresenta un importante punto di riferimento soprattutto per la varietà, l’inimitabile cura e qualità della produzione delle collezioni che sono state sottoposte a una fortissima selezione all’ingresso. E proprio la qualità, coniugata a proposte tradizionali rivisitare e reintepretatae per stile, materiali, originalitàrappresenta il tratto distintivo di Sì Sposaitalia. Così, tra scarpe progettate da ingegneri ma realizzate a mano e su misura secondo la tradizione artigianale italiana, abiti "modulari" in grado di trasformarsi, con un solo tocco, da abito da sposa a elegante mise da sera, fino a proposte e accessori ecosostenibili e solidali creati nel rispetto dell’ambiente e del lavoro dei Paesi in difficoltà, il valore di questo prodotto di moda si moltiplica e si differenzia, aggiungendo alla logica del glam e del bello, ricerca, versatilità e nuove tecniche produttive.

Con una conferma di partecipazione alla manifestazione anche nel mondo virtuale dei canali social che continueranno ad accompagnare visitatori e espositori anche dopo la chiusura, Sposaitalia dà appuntamento alla prossima edizione in calendario dal 20 al 23 maggio 2016.