Sprint di Azimut, il patrimonio sale a 14,2 miliardi

Il gruppo chiude luglio con raccolta netta totale positiva per oltre 26 milioni. L'ad Giuliani: «Pronti a riorganizzare l'offerta». É una delle poche realtà del risparmio gestito italiano realmente indipendenti dal sistema bancario

Continua la corsa di Azimut che a luglio ha registrato una raccolta netta totale positiva per oltre 26 milioni di euro.
Il gruppo guidato da Pietro Giuliani, che è una delle poche realtà del risparmio gestito italiano realmente indipendenti dal sistema bancario ed è attivo sul mercato dal 1989, ha così spinto il patrimonio gestito a 14,2 miliardi di euro. Il dato è in crescita del 2,3% rispetto al dato di fine dicembre 2009 e del 10% rispetto al luglio dello scorso anno. Le masse totali hanno superato i 16 miliardi, in salita dell'1,6% da inizio anno e del 13,9% rispetto al luglio 2009.
«Anche nel mese di luglio - dichiara Giuliani - il nostro gruppo termina il mese con un dato in sostanziale equilibrio per quanto riguarda i prodotti gestiti e un dato positivo in termini complessivi. I prossimi mesi ci vedranno impegnati anche nella riorganizzazione della nostra offerta e delle sue modalità e generazione per meglio rispondere alle sfide, ma anche alle opportunità che l'attuale contesto di mercato ci pone».