Le star del canto popolare? I minatori maremmani

È nato quasi per gioco ed è diventato uno dei tour più seguiti dell’estate. Dopo aver attraversato l’intera penisola, il concerto di Simone Cristicchi con il coro dei Minatori di Santa Fiora torna domani sera al The Place. Proprio dal club di via Alberico II era partito tutto, circa un anno fa, grazie all’intuizione del direttore artistico Antonio Pascuzzo. Profondo conoscitore delle tradizioni sociali e culturali di Santa Fiora, paesino in provincia di Grosseto, alle pendici del monte Amiata, Pascuzzo è entrato in contatto con il coro, dedito alla riproposizione di canti tradizionali della zona. Da lì l’idea di coinvolgere nel progetto anche Simone Cristicchi, subito incuriosito dalle potenzialità di quella piccola realtà locale. E così, in breve tempo, dallo scenario limitato dei piccoli comuni maremmani, lo spettacolo dei minatori è arrivato al grande pubblico, calcando i palchi dell’Auditorium di Roma, del Teatro degli Arcimboldi a Milano, del Lingotto di Torino, e meritando anche la ribalta televisiva di «Scalo 76», di «Parla con me» e tra pochi giorni di «Domenica In».
Sono «canti di miniere, amore, vino e anarchia», come li definiscono loro stessi, e insieme costituiscono un concerto che per il pubblico è decisamente coinvolgente. La sensazione è sempre quella di una festa, in cui cantare e brindare tutti insieme. Tra una canzone e l’altra, Cristicchi recita i suoi monologhi sulle storie dei minatori. E alterna qualcuna delle sue canzoni ai classici del repertorio tradizionale maremmano: tra «Maremma amara e la coinvolgente», «Volemo le bambole», spuntano infatti «La filastrocca della morlacca» e «Legata a te». E in qualche concerto si è ascoltato anche l’inedito «L’ultimo valzer», che probabilmente finirà nel nuovo album del cantautore romano, di prossima pubblicazione. Del coro fanno parte personaggi sorprendenti: su tutti, l’ottantaduenne Lino, che canta in modo smaliziato brani allusivi come «L’uccellin», o il sindaco del paese, spilungone baffuto di due metri che si è buttato a capofitto nell’avventura musicale dei minatori. Quel che è certo è che domani sera il The Place sarà una bolgia, tra fan di Cristicchi e spettatori incuriositi da uno spettacolo così inusuale. Per informazioni e prenotazioni si può contattare direttamente il locale, ai numeri 06.68307137 oppure 06.68215214.