Per lo storico Circuito è già tempo di "doppie partenze"

In meno di 15 giorni il Corporate Golf Challenge è già entrato nel vivo. Dopo le due tappe di Paradiso del Garda e Villa Carolina, lo scorso 27 marzo ha infatti subito giocato al raddoppio, presentando due tappe nella stessa giornata: Cervia, in quel di Milano Marittima, e Carimate, in provincia di Como.
Tempo incerto, coperto ma fortunatamente senza pioggia, quello che ha accolto le squadre in gara sui due percorsi storici del circuito; molti i soci dei rispettivi club che hanno scelto di giocare “in casa” una tappa del Corporate, proprio per avere qualche chance di vittoria in più rispetto agli avversari.
L’accattivante formula Pro Am, con i migliori 2 risultati su 4 buca per buca, il sistema delle qualifiche che consente il passaggio delle prime 3 squadre nette e della prima lordo alla semifinale, la consapevolezza dei più esperti conoscitori del meccanismo del Torneo che è necessario non lasciare nulla al caso, a partire dalla scelta dei percorsi dove giocare le prove a propria disposizione, ha reso entrambe le due giornata di gara estremamente avvincenti sia per le performance sul campo sia per i risultati finali.
A Carimate prima squadra classificata la Ramco Europe con 84 netto, che ha preceduto di cinque colpi il team Gioria. Sul terzo gradino del podio, a un punto di distanza, F.lli Riva. Primo lordo a Bnp Paribas, team già finalista lo scorso anno in quel di Marrakech. Dario Gioria, dell’omonimo team, si è anche aggiudicato il nearest to the pin by Hotel Dei Mellini Roma.
A Cervia i punteggi finali sono stati un po’ più contenuti. In vetta alla classifica Papin Sport, con 79, mentre secondi e terzi nel netto – entrambi con 75 colpi – sono risultati rispettivamente Dream Car e Chincherini Tourist. Pintel si è aggiudicato la “corsa” per il lordo, con il punteggio finale di 64 e, con a Graziano Cremonini, anche il premio per il nearest to the pin.
Con la gara di Cervia il circuito ha già toccato quattro importanti regioni, dalle quali proviene la maggior parte delle squadre iscritte: Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna. Poi sarà la volta della Toscana, una regione per certi versi “emergente” nel panorama del Corporate. Dopo il decentramento di una delle semifinali dal Lazio a Firenze, infatti, proprio qui si è registrato un significativo aumento dei team iscritti.