Stupra 13enne e la mette incinta: niente carcere perchè "incapace"

Niente carcere ma custodia cautelare in ospedale psichiatrico per un 49enne della provincia di Enna perché considerato &quot;incapace&quot;<br />

Enna - E' accusato di avere violentato una ragazzina di 13 anni provocandole una gravidanza, un pregiudicato di 49 anni, che risulta disabile psichico, arrestato dai carabinieri a Leonforte (Enna). La ragazzina a seguito dello stupro era rimasta incinta e la gravidanza era stata poi interrotta su decisione della madre e dei neuropsichiatri infantili che la hanno assitita.

La violenza e la gravidanza Le indagini coordinate dalla procura di Nicosia e condotte dai carabinieri hanno accertato la responsabilità del pregiudicato grazie alla comparazione del Dna del feto e dell’indagato. La violenza è avvenuta la scorsa estate quando C. G., con precedenti per reati contro la persona, aveva ospitato il padre della tredicenne e la ragazzina. Approfittando di una breve assenza del genitore, aveva abusato della tredicenne che inizialmente avrebbe taciuto l'accaduto. La madre si era resa però conto che la figlia doveva aver subito un trauma, sospetti presto confermati dalla gravidanza.

Il pregiudicato è "incapace" Le indagini scientifiche disposte dalla procura di Nicosia e la prova del dna hanno portato ora all’emissione di un’ordinanza di custodia a carico del pregiudicato che risulta "incapace" per problemi psichici ed è stato pertanto ricoverato nell’ospedale psichiatrico giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto (in provincia di Messina).