La talebana della morale dà una mano agli amici con il vizietto della truffa

La Serracchiani ha nostalgia dello Stato etico. Ma fa finta di nulla se i suoi ne fanno di tutti i colori

Con il suo faccino da eterna ragazza, Debora Serracchiani è la longa manus di Matteo Renzi sul Partito democratico. Lui è il segretario-premier, lei una dei vice. Come il capo, che siede contemporaneamente a Palazzo Chigi e al Nazareno, detiene una doppia poltrona: oltre che numero due del Pd è governatrice del Friuli Venezia Giulia. Sorridente e perbenino, la frangetta del Pd rinserra le file del partito, dichiara a più non posso davanti alle telecamere e tenta di tenere a bada la minoranza interna.Del resto, lei la Ditta la conosce bene: Debora era entrata nel Pd con Dario Franceschini, è passata armi e bagagli a sostenere Pierluigi Bersani («mi è simpatico» fu il suo coming out) e al culmine di questa peregrinazione si è sistemata alla corte di Matteo Renzi. Guarda caso, da quando ha la tessera del partito si è schierata con il segretario in carica. Il che dovrebbe mettere sul chi vive il leader attuale: appena la sua stella si appannerà, Debora Serracchiani gli toglierà il suo appoggio. Sempre che non sia lei stessa a fargli le scarpe.La sua idea di partito è chiara. L'ha espressa qualche giorno fa in una lezione alla Scuola di formazione politica del Pd: «Noi non possiamo pensare solo all'economia, alla crescita, ma abbiamo il dovere morale di pensare anche alla crescita morale del Paese». Debora la moralizzatrice. Un Paese da rimodellare, più che da riformare, e un unico sistema di comportamenti da seguire, secondo i dettami dello stato etico e, in fondo, dei totalitarismi.È un'idea che ci riporta indietro di decenni a conferma che il Dna della sinistra, nel passaggio dal Pci al Pd, non si è modificato. Togliatti era «il Migliore».

Berlinguer lanciò la campagna sulla «superiorità morale» rispetto alla Dc corrotta. I dirigenti delle Botteghe Oscure si consideravano fatti di un'altra pasta rispetto ai trafficoni scudocrociati. Ma appena hanno avuto un po' di potere le loro mani pulite si sono immediatamente sporcate, come documentano tante indagini giudiziarie. Anche i pm di Tangentopoli coltivarono la medesima ambizione: non appena punire i colpevoli ma moralizzare l'Italia, estirpare la corruzione, entrare nella testa della gente e cambiargli il modo anzi, il verso - di pensare.Cambia verso. Era lo slogan di Matteo Renzi alle primarie che l'hanno condotto alla segreteria Pd. Coerente con quel motto e con l'obiettivo di una «crescita morale», Debora Serracchiani ha cambiato idea più volte nella carriera politica. Del segretario di riferimento si è detto: all'inizio Renzi le stava cordialmente antipatico, era lei l'innovatrice, il volto giovane di un partito nato vecchio; lei era stata investita in diretta da Franceschini durante un'assemblea dei circoli Pd nel 2009. Ma quando Matteo ha trionfalmente preso il potere interno, non ci ha messo molto a cambiare verso prima di essere rottamata ancora nella verde età.Era parlamentare europea, dove non brillava per assiduità delle presenze (67ma su 73 eurodeputati italiani, 588ma sui 736 complessivi), e si è dimessa per farsi eleggere come presidente della regione autonoma. Era contrarissima a porre un freno alle intercettazioni quando la vittima era Silvio Berlusconi, ma è favorevolissima a imporre pesanti limiti ora che a Palazzo Chigi si trova il suo diretto superiore e il partito è investito da scandali come Roma capitale svelati proprio da intercettazioni compromettenti.Nel 2011 l'allora eurodeputata scolpì questo editto sulla bacheca Facebook: «Sulle intercettazioni non possiamo andare contro la Corte di giustizia europea che pone il diritto di cronaca prima di tutto, anche prima del diritto alla privacy dei politici». Quattro anni e altrettanti premier dopo, ecco che cosa ha detto Debora per favorire la crescita morale degli italiani: «Va trovato un equilibrio su quello che viene pubblicato a tutela della privacy e di persone che non sono indagate».

Nella nuova classifica dei diritti serracchianici, quello alla riservatezza aveva inopinatamente rubato il posto a quello di cronaca.È il potere del potere: lo conquisti e lui ti fa cambiare idea. A Serracchiani è successo così. Anche sul garantismo ha compiuto un'inversione a U. Intransigente con gli avversari, conciliante con gli amici. Nella campagna elettorale per le regionali aveva chiesto ai candidati di sinistra di consegnarle un modulo di dimissioni in bianco da far valere in caso di guai giudiziari. Passa un anno e un assessore, il piddino Gianni Torrenti, viene indagato dalla procura di Trieste per truffa aggravata ai danni della regione di cui è amministratore: Debora gli toglie le deleghe, salvo restituirgliele un mese e mezzo dopo nonostante che all'inchiesta della procura se ne fosse aggiunta una seconda della Corte dei conti regionale. E nessun passo indietro è stato compiuto dai quattro consiglieri del Pd, tra cui il presidente del consiglio regionale, Franco Iacop, condannati dalla Corte dei conti (come ex assessori della giunta Illy) a risarcire 700mila euro alla regione per aver venduto un immobile a prezzo d'affezione.L'ultimo scivolone sul crinale del doppiopesismo risale alla scorsa estate, in una giornata particolare, quella in cui il Parlamento ha negato l'arresto del senatore Ncd Antonio Azzollini. Mentre il vicesegretario Pd Debora Serracchiani si vergognava del voto garantista («Francamente credo che ci dobbiamo anche un po' scusare, non abbiamo fatto una gran bella figura»), il governatore friulan-giuliano Debora Serracchiani nominava un rinviato a giudizio (abuso d'ufficio e truffa) come commissario straordinario della fondazione Villa Russiz travolta dai debiti. Evvai con la moralizzazione. A giorni alterni.

Commenti
Ritratto di manasse

manasse

Lun, 07/03/2016 - 08:58

avrà anche il faccino simpatico ma la testa è quella del comunismo più becero

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Lun, 07/03/2016 - 09:00

a me stupisce chi.crede in.questa gente, mica loro: sono cosi da 50 anni

diesonne

Lun, 07/03/2016 - 09:07

DIESONNE IL PROVERBIO SI MADDICE ALLA SERRACHIANI:IL LUPO CAmbia pelo ma NON IL VIZIO-VESTE ALLA MODA EMVENDE CHIACCHIERE A RIPETIZIONE ED E' SPREZZANTE-COME LA SOPPORTANO I FRIULANI? E ALLA CORTE DI RENZI CHE COSA DICONO;RIFERIREMO ALL'AUGUSTO NOSTRO FRATELLO...

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 07/03/2016 - 09:08

"Crescita morale del paese". In bocca a loro significa che riapriranno i manicomi per gli oppositori di regime e che faranno imparare a tutti il gioco degli scacchi ihihihihihih! Ricordate la famigerata DDR? Uguale.

montenotte

Lun, 07/03/2016 - 09:12

Ad uso e consumo dei compagni un loro classico a cui si attengono: FAI QUEL CHE DICO MA NON FARE QUELLO CHE FACCIO. Alla faccia di tutti. Grazie Debora.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 07/03/2016 - 09:26

Non a giorni alterni; ad personam; piuttosto.

un_infiltrato

Lun, 07/03/2016 - 09:32

Ma vogliamo finirla, una volta per tutte, di apostrofare queste nullità, facendo precedere il loro cognome dall'articolo determinativo? Che significa dire [LA] serracchiani? Usava così ai tempi delLa Iotti, ma La Iotti era un personaggio storico, un autentico "Uomo Politico", ancorchè comunista. Serracchiani invece è Serracchiani e basta. E ciò, indipendentemente dal fatto che sia "debora", con o senza acca!

al40

Lun, 07/03/2016 - 09:34

La Serracchiani è il classico esempio del trasformismo ipocrita dei sinistri ex PCI:mi meraviglio che i friulani si siano lasciati circuire dal menestrello di turno ma sono certo che alla prima occasione se ne disferanno in modo definitivo.Non posso infatti immaginare che una popolazione così fattiva e concreta si affidi al nulla perché tale è lo spessore politico della sig.na.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 07/03/2016 - 09:35

L'unico credo dei sinis-tronzi non é mai cambiato, resta sempre quello del "il fine giustifica i mezzi" ergo... D'altra parte come dimenticare, a esempio, il plauso del "presidente emerito" Giorgio I ai "fratelli russi" che invadevano l'Ungheria???

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 07/03/2016 - 09:48

lA COMPAGNUCCIA TALEBANA NONDIMENTICA MAI I COMPARI DI MERENDA!ACCHHH SOOO...Me la vedo, entro poco tempo in un bellissimo ...burqua

marco.olt

Lun, 07/03/2016 - 09:51

"La legge è uguale per tutti ma per alcuni è più uguale che per gli altri", tratta da "la fattoria degli aninmali" di Orwell e cucita a pennello per la casta sinistra che impera.

semprecontrario

Lun, 07/03/2016 - 09:53

ma l'hanno mai vista in Friuli?

Ritratto di onollov35

onollov35

Lun, 07/03/2016 - 09:57

Che brava professorina a doppio stipendio......

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 07/03/2016 - 09:59

Non ce l'ho fatta a leggere tutto l'articolo, per repulsione della "talebana". Del resto il giudizio di fondo dato dall'autore corrisponde al mio, per cui trovo inutile farmi venire il mal di fegato. Già la sua sola immagine mi disturba, peggio di Renzi, il quale almeno mi fa ridere, anche se si tratta di un riso amaro.

yulbrynner

Lun, 07/03/2016 - 10:02

overdrive sono tutti cosi destra sinistra centro tutti quanti

yulbrynner

Lun, 07/03/2016 - 10:05

probabilmente ia tempi era una brava ragazza... ora... si e' adeguata al pd... non mi paice pero' il giornalismo che sa solo sputare fango sugli aversari politici invece di proporre qualcosa di alternativo al loro pensiero

dondomenico

Lun, 07/03/2016 - 10:23

La storia è vecchia. Loro sono i migliori in assoluto; loro governano bene e pensano (pensano solo) al bene del Popolo; tutto quello che non và è colpa di Berlusconi, tutto in negativo...quello fatto è stato fatto male..quello di buono che si poteva fare non è stato fatto, ma, cxxxo, dico io, ci siete voi al governo, invece di rompere i maroni con le coppie gay, correggete quello che è stato fatto male e fate le leggi buone che non sono state fatte. Cominciate a sentire il Popolo. Carlo Alberto disse " non siamo insensibili al grido di dolore che da ogni parte d'Italia giunge fino a noi"...parole sante...voi, oltre che essere totalmente sordi, siete anche ciechi ed attaccati alla poltrona come la zecca al cane

kallen1

Lun, 07/03/2016 - 10:53

Ma ancora Vi stupite di questi sinistrati PiDioti? Sono come Dr. Jekyll a Mr. Hyde la girano e la voltano a seconda dei loro interessi. Sono nati comunisti e comunisti resteranno a vita anche se cambiano continuamente nome al partito.

claudioarmc

Lun, 07/03/2016 - 11:09

E' in fin dei conti un personaggio della categoria "veline" quindi avere alte aspettative sarebbbe in vero ingeneroso, è l'emblema perfetto di un partito che più che una ideologia o almeno un' idea di paese cerca di perseguire opportunità di affari

maurizio50

Lun, 07/03/2016 - 11:12

Francamente continuo a domandarmi quale sia il nesso tra costei e la Regione Friuli Venezia Giulia: mi domando sopratutto come abbia fatto la gente di quella Regione a votare questa spocchiosa romana che brilla solo per arroganza e antipatia!!!!!!

mezzalunapiena

Lun, 07/03/2016 - 11:16

sentire parlare di morale i politici non solo viene il voltastomaco ma ti viene spontaneo pensare se hanno un briciolo di coscienza.

Ritratto di cldfdr

cldfdr

Lun, 07/03/2016 - 11:37

Meglio nota in Friuli come "la fantesca dei vecchi PCI" visto le pacche sulle spalle che i Tovarish nostrani le davano alle riunioni!

idleproc

Lun, 07/03/2016 - 11:39

Se i pariti non ricominciano a fare i Partiti avremo una classe dirigente sempre più approssimativa, senza principii e di pessima qualità. Altro che primarie. La classe dirigente deve essere selezionata nel partito come lo devono essere i candidati che con il programma verranno proposti a chi ha meglio da fare che occuparsi a tempo pieno di politica e che se decide di farla si iscrive e partecipa alla vita di partito in due ruoli, quello di simpatizzante o militante. Guardate come si sono ridotti in US e vedrete in anticipo come finiremo noi. Se vanno avanti così, si faranno la guerra in casa visto che quelle fuori non gli bastano più. Se saranno rivolte o una vera rivoluzione, questo non si può ancora prevedere. La loro classe dirigente è sempre peggio come lo è di conseguenza e a cascata quella coloniale europea.

SAMING

Lun, 07/03/2016 - 12:25

A YULOBRINNER. A la guère comme a la guère, dicono i francesi, guerrafondai di razza. Cioè non ti piace che il giornale racconti fatti inopportuni sulla Serracchiani ma non ti da fastidio che l'Unità, il Manifesto, Repubblica e compagnia cantando sputtanino tutte le persone che non la pernsano con il loro pensiero unico. Dici che gli uni valgono gli altri. Bene se per te è così ti meriti il governo a senso unico attuale. Purtroppo il tuo comportamento fa subire questi sinistroidi anche a me. Ed aggiungo che probabilmente tu sei uno di quelli che non votano, tanto gli uni valgono gli altri, Ma, caro amico, gli altri votano, il partito infatti gli manda a casa copia della scheda elettorale con marcato il simbolo che devono votare onde evitare che sbaglino. Se votano avranno dei benefici come la graduatoria per le casae popolari, la mensa scolastica gratis per il figlio ecc. ecc. CAPITO !!!!!!

Duka

Lun, 07/03/2016 - 13:26

Questa come tutte le donne della sinistra renziana sono l'etichetta dell'imbroglio e della falsità. Di peggio non si trova.

Ritratto di Renzo Riva

Renzo Riva

Lun, 07/03/2016 - 13:26

La trasformazione dei friulani a friulesi. Il popolo friulano è un popolo di sotans=sottomessi ed in questo sono davvero SPECIALI.

agosvac

Lun, 07/03/2016 - 13:34

Non sono troppo d'accordo col "faccino" perbenino della signora, o signorina serracchiani: a me sembra il classico, tipico faccino dell'oca giuliva!!!

mantiga

Lun, 07/03/2016 - 13:35

Arrestata la sindaca di Maddaloni (forza italia): zero notizia ma solo articoli come questo che non dicono nulla

manente

Lun, 07/03/2016 - 13:50

Il fatto che un personaggio simile possa arrivare ai vertici del potere, è la prova che l'Italia è caduta in mano ad "entità esterne" che lavorano per la distruzione del Paese.

Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 07/03/2016 - 13:59

X OVERDRIVE - Scusami ma devo proprio risponderti per il tuo ottimismo. Forse hai poco più di 50 anni; io ne ho 73 e me li ricordo così. Ma già mio nonno mi raccontava... Insomma, sono così DA SEMPRE. Buona giornata.

Libero1

Lun, 07/03/2016 - 14:05

La talibana vederla e sentirla mi fa venire il voltastomaco.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 07/03/2016 - 15:00

@Renzo Riva. Si, hai ragione, siamo sempre ''sotans'' e non ci toglieremo questa cragna da dosso. Arrivó quindi questa romana che irretí i ''friulesi'' miei compatrioti che la votarono. Fine della storia attuale. La nostra sottomissione inizió tanti secoli addietro, esattamente nel 1420, quando le truppe serenissime si appropriarono dell'allora Patriarcato d'Aquileia, il cui dominio temporale comprendeva pure parte del Cadore, parte della Carinzia e della attuale Slovenia. Ove convivevano pacificamente le tre etnie e dove i documenti importanti si scrivevano in latino e antico tedesco. Diventammo quindi veneti. Poi austriaci. Ma non andava male. Anzi. I nostri guai e le nostre disgrazie cominciarono nel 1866 quando i piemontesi di appropriano fraudolentemente delle nostre terre. Nel 1870, da una economia florida migliaia di friulani furono costretti a emigrare per la fame e la miseria.

unosolo

Lun, 07/03/2016 - 17:54

in politica oggi se non sai mentire non puoi stare , esempio lampante il discorso della ministro alla sfiducia e delle continue uscite della portavoce de PCM, hanno più incarichi e più stipendi oltre ad enormi rimborsi e forse anche doppi chissà se fosse in codesto modo come governatore di regione , come politico e coma parlamentare , sarà un cumulo di entrate e parte al partito , ci saranno questi politici ancora oggi ? per il politico è tutto possibile visto che le stesse persone sono sempre in TV a difendere il forte,

ziobeppe1951

Lun, 07/03/2016 - 18:15

Mantiga... Stamattina c'era un articolo relativo all'arresto della sindaca di Maddaloni, ho anche risposto duramente ma mi è stato censurato...bah...

Ritratto di semovente

semovente

Lun, 07/03/2016 - 18:34

Oca giuliva.

franzle

Lun, 07/03/2016 - 19:07

Diciamola tutta: l'unica cosa seria a lei relativa è una parte del suo cognome: esattamente dalla lettera 4 alla 10 compresa. Migliaia di pernacchie la seppelliranno (prima o poi).

antiequitalia

Lun, 07/03/2016 - 20:03

Ma perché la Serrachiani non va a vedere nel suo Friuli le aree industriali ormai desertificate. Della serie in Friuli non ci sono più le imprese.

vince50_19

Lun, 07/03/2016 - 20:15

al40 - Sicuro che ci libereremo di simil personaggio che, fra l'altro, non è neanche una friulana, ma romana. E' un avvocato, parla parla parla, va per slogan, parla di superiorità morale ma in casa sua non guarda neanche obtorto collo. Son così, abituati a fare le pulci agli altri, si sentono tre metri sopra tutti, ma se uno le pulci le in casa loro si inalberano alla grande, fa benissimo la gnorri e ci riesce alla grande. Alla prossima tornata elettorale la spediremo dove merita: qui in Fvg ne abbiamo piene le.. di sta tipa: ha fatto danni nel sociale e nella sanità oltretutto. Purtroppo ci sono friulani chjaf di mus, di vuès, di palamai (di len), di temul. Nuje ce fa ..

Ritratto di VEROPartigianonero

VEROPartigianonero

Lun, 07/03/2016 - 20:53

.....PECUNIA NON OLET...ho detto TUTTO diceva TOTO'

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 07/03/2016 - 22:48

Forse arrivo tardi ma oggi non avevo (guasto tecnico) il segnale INTERNET, comunque la Serracchiona NON è stata eletta dai FRIULANI, ma dai GIULIANI, tanto per giustizia. Se vedum.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 07/03/2016 - 23:40

antiequitalia@. La debbbora zeraggghiani di friulano non ha nulla. E' nata a Roma, é vissuta a Roma, parla con quell'accento romanesco che fa girâ i co@@ions. Quando sbarcó alla stazione di Udine disse: E mo' ,ndo zó gabbidada. Del Friuli non conosceva nulla. Forse qualche infarinatura appresa sul fasulli libri di storia italici. Nessuno l'ha informata che qui si usava dire ad un forest: alé un talian, per indicare tutti quelli che venivano da oltre il Livenza. E si usava dire pure: O sin talians cjapats cu la sclope. Siamo italiani presi col fucile. Questo per indicare quanto distanti siamo dall'Italia. Eppure quei co@@glioni dei miei compatrioti l'hanno votata. La stupiditá non ha limiti.

goliotok

Mar, 08/03/2016 - 01:00

Un'altra banderuola per tutte le stagioni e per tutti i carri vincitori. In economia ignorante come una capra, come quasi tutti i suoi colleghi piddini a partire dal suo attuale pricipale Fonzie.

asalvadore@gmail.com

Mar, 08/03/2016 - 03:06

La morale e la politica quasi mai coincidono cominciando dalla propia chies. I predicatori di valori morali sono molto spesso, anche troppo spesso, dei venditori di frodi.

Ritratto di Gelsyred

Gelsyred

Mar, 08/03/2016 - 03:40

Personaggio odioso

claudioarmc

Mar, 08/03/2016 - 06:41

PSICONANA

Duka

Mar, 08/03/2016 - 06:42

ECCO L'IMMAGINE PERFETTA DI UNA O C A AL CUBO.

edo1969

Mar, 08/03/2016 - 07:21

sui leghisti che a Milano si pappavano milionate sulla sanità non ho visto molti articoli in questo giornale

Ritratto di luigin54

luigin54

Mar, 08/03/2016 - 07:58

lei è il peggio che c'è nel mondo . POVERI CxxxxxxI DI FRIULANI CHE L'HANNO VOTATA. sempre + aziende chiuderanno nella vs regione fino a che non capirete di cacciare a calci nel culo questi BANDITI.

vince50_19

Mar, 08/03/2016 - 11:56

edo1969 - Vero! Può mettere link qui, così "pareggia" i conti, no? Detto fra pochi .. intimi a me della lega, come partito politico, pur apprezzando qualche tema, non interessa un beato caseus.

edo1969

Mar, 08/03/2016 - 12:13

vince50_19 hai ragione e anch'io lo dicevo non per difendere la serracchiani di cui non mi frega granche' ma giusto per amore di dovere di cronaca... tr al'altro la serracchiani perlomeno personalmente fino ad oggi non è indagata di niente, a quanto ne so

MOSTARDELLIS

Mar, 08/03/2016 - 12:52

Come si fa a lavorare bene facendo allo stesso tempo il Presidente di una regione e il vice segretario del PD...

Libero1

Mar, 08/03/2016 - 14:33

Il vizietto della talibana.E' una delle tante Kompagnuccie P-iDiote che usa il sorrisetto per prenderti per il c....

Ritratto di navigatore

navigatore

Mar, 08/03/2016 - 15:04

con quella sorridente faccia da culetto verginello, e´qualcosa di drammatico, ma e cio´che esce dalle scuole dei centrisociali e stalinisti,al peggio non ce´limite , é l´italiota ci crede pure

edo1969

Mar, 08/03/2016 - 15:43

tutta invidia da voi al massimo c'è la santanché che con le sue chiacchiere ogni volta che appare in tv vi fa perdere centomila voti

baio57

Mar, 08/03/2016 - 15:48

Persino più odiosa della Boldrina ,il che è tutto dire.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 12/03/2016 - 00:53

Dall'espressione chi conosce la fisionomica arguisce immediatamente che certi atteggiamenti sono come le mosse del serpente a sonagli: si muove lentamente per poi sferrarti un morso letale ... ma almeno quello fa risuonare i sonagli per avvisarti che stai per prenderti una cantonata.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 12/03/2016 - 00:58

E pensare che la politica è una cosa seria: per fregare la gente considerate le leggi promulgate e le situazioni contingenti del popolo minuto che rimane abbandonato dalle autorità salvo quando c'è bisogno di introitare le tasse e tutti i balzelli ingegnosi per raccattare soldi all'Erario.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 12/03/2016 - 01:07

Da quando il Berlusca spodestò la sinistra dalla "tana di governo", la prima volta nel 1993 o dintorni, l'unica vera rivoluzione fatta in Italia è stata la campagna di sputtanamento al fine di defenestrare il governo Berlusconi con Forza Italia tant'è che dal 1996 con il governo Prodi sono iniziate le famose "sette piaghe d'Italia", vedi Equitalia, l'avvento dell'€uro a 2000 £ire, e dipoi con il ritorno nel 2006 con il furto del TFR e altre amenità fiscali. Se non vi basta questo non c'è che una soluzione: rivotarli ancora e godersi il giochetto del Tafazzi.