Tanti musei per scoprire la storia di ieri e di oggi

Per fare conoscenza e comprendere la città di Trento bisogna visitare anche i suoi luoghi della cultura.
Castello Buonconsiglio. Sono conservate collezioni d’arte medievale e rinascimentale. Ricca la raccolta di dipinti e sculture dall’età Carolingia al Rococò, arredi, affreschi, maioliche, porcellane, stampe e disegni. Significativa la sezione archeologica.(www.buonconsiglio.it)
Museo storico di Trento. Documenta la storia trentina da fine Settecento al secondo dopoguerra. Particolare riguardo al Risorgimento, alle due guerre del Novecento e alla Resistenza (www.museostorico.tn.it).
Museo Diocesano Tridentino e Basilica Paleocristiana. Fondato nel 1903 per salvaguardare il patrimonio della diocesi conserva sculture lignee, un prezioso nucleo di codici miniati, una ricca raccolta di paramenti sacri, arazzi fiamminghi, oreficeria. Particolare l'area archeologica sotto la Cattedrale. (www.museodiocesanotridentino.it).
Museo Tridentino di Scienze Naturali. All’interno di Palazzo Sardagna esposizioni permanenti sono disposte per temi naturalistici: vertebrati, invertebrati, preistoria alpina, mineralogia e paleontologia (www.mtsn.tn.it).
Palazzo delle Albere, Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto. L’edificio fu fatto costruire dai principi-vescovi Madruzzo a metà del Cinquecento. Ospita la collezione permanente fino al 1918 (www.mart.tn.it).
Spazio archeologico sotterraneo del Sass. Area di epoca romana di 1700 metri quadrati scoperta nel sottosuolo del Teatro Sociale e di piazza Battisti è uno spaccato della Tridentum. È visibile un tratto di strada lastricata, una domus con mosaici e una bottega artigiana (www.provincia.tn.it) .
Galleria Civica d'Arte Contemporanea. A due passi da piazza Duomo si configura come spazio espositivo, ma soprattutto come centro di creazione e d'informazione, laboratorio al servizio della città, luogo di consultazione di cataloghi, video, accesso a reti informatizzate per l'arte contemporanea.(www.workartonline.net).
Museo Aeronautica, Scienza e Innovazione «Gianni Caproni». Presso Mattarello, raccoglie una collezione di rilievo mondiale di aeroplani e cimeli storici raccolti dalla famiglia di Gianni Caproni con pezzi unici (www.mtsn.tn.it/caproni/caphome.html).
Museo della Sat. Custodisce una serie di documenti, fotografie e cimeli, dai quali si comprende la storia della Sat, dell’alpinismo trentino e la stessa storia del Trentino (www.sat.tn.it).
Museo Storico delle Truppe Alpine. Situato sul Dos Trento, attraverso oggetti, armi, fotografie, documenti testimonia la storia delle «Penne nere». Nella cripta è ricavato il Sacrario delle Medaglie d'Oro al valore Militare (www.esercito.difesa.it).