Taranto, nonno-mostro: stupri su nipote 14enne La complice era la nuora

In manette un 82enne dopo la denuncia del figlio. Accusato di
aver abusato più volte della nipotina nel garage di casa. La
ragazzina veniva accompagnata dalla madre, pagata dall'uomo

Taranto - Violentata ripetutamente dal nonno 82enne. Con la complicità della madre che la accompagnava e veniva pagata per farlo dal suocero. La ragazzina 14enne è stata salvata dal padre, il figlio dell'uomo che abusava di lei. In manette sono finiti l'anziano 82enne e la 38enne con le accuse di violenza sessuale per lui e di sfruttamento della prostituzione per lei. A novembre, il figlio dell’82enne aveva sporto denuncia alla polizia lamentando strani comportamenti del padre che quasi quotidianamente riceveva in casa la sua nipotina di 14 anni, accompagnata dalla madre. Secondo le dichiarazioni del figlio, nonno e nipotina erano stati notati più volte appartarsi in un garage.

Viagra e prelievi Nella denuncia, il figlio ha raccontato agli agenti che dal libretto bancario dell'nziano erano stati effettuati significativi prelievi, di cui il nonno non aveva fornito convincenti spiegazioni, e che erano state anche trovate nella sua casa numerose confezioni di Viagra. Nei giro di pochi giorni, gli agenti della squadra mobile, hanno avviato le indagini accertando la fondatezza dei sospetti dei parenti. Da tempo il nonno aveva rapporti sessuali con la nipote in cambio di denaro. L'82enne è ora agli arresti domiciliari presso una casa di riposo, e la donna è nel carcere di Taranto.