Ecco la prima fotografia al mondo del buco nero

Nessuno era mai riuscito a fotografarlo prima d'ora: "È una pietra miliare dell'astrofisica"

Un buco nero, per definizione, non si può vedere, perché cattura qualsiasi luce. Però si può osservare tutto ciò che viene atirato al suo interno. E per la prima volta, gli scienziati sono riusciti a fotografare un buco nero reale, mentre fino ad ora bisognava basarsi sulle ricostruzioni digitali.

Le immagini inedite sono state presentate, in diretta, da un gruppo di ricercatori del progetto Event Horizon Telescope, che riunisce una serie di telescopi presenti in tutto il mondo. Il risultato del lavoro, durato per anni, è stato presentato in diretta a partire dalle 15 e rappresenta una era e propria pietra miliare dell'astrofisica, che potrebbe confermare o smentire alcune teorie, alla base delle nostre ipotesi sul cosmo.

I buchi neri si formano dopo la morte di una stella, che collassa su se stessa, creando una zona dove la forza di gravità è talmente forte da risucchiare qualsiasi cosa vi sia intorno, dai pianeti, alle polveri, fino alla luce. Prima d'ora, nessuno era mai riuscito a fotografarne uno, ma gli scienziati erano in grado di ascoltare le onde gravitazionali, rilasciate dallo scontro di due buchi neri. Ora, i ricercatori hanno cercato di catturare l'"orizzonte degli eventi", il confine tra il buco nero e il punto oltre il quale tutto viene risucchiato. I buchi neri sui quali sono state condotte le indagini sono due: Sagittario A*, a 25mila anni luce dalla Terra, e M87, a 54 milioni di anni luce da noi.

"Quello che stiamo facendo è dare all'umanità la possibilità di vedere per la prima volta un buco nero", ha spiegato il direttore del progetto Event Horizon Telescope, che ha presentato la fotografia, aggiungento: "Questa è una pietra miliare nell'astronomia, un'impresa scientifica senza precedenti compiuta da un team di oltre 200 ricercatori".

Commenti

razzaumana

Mer, 10/04/2019 - 16:23

....milioni,anzi miliardi di anni luce...cioè viaggiando a 300.000 Kilometri al SECONDO...impiegheremmo tot anni per raggiungerli e,poi ancora- oltre ogni immaginazione-..Buttate via burka,immaginette e pregiudizi...maiale NO - animali striscianti NO -ed altre stupidate Ognuno...mediti in silenzio...e che Dio l'aiuti a capire !!!

carlottacharlie

Mer, 10/04/2019 - 16:50

Una emozione unica, la mia; ancor più del primo uomo sulla Luna. Ho una passione sfrenata per l'Astrofisica e vedere la realtà fotografata mi ha fatta quasi tremare. Non so se potrò vedere "il futuro" dell'Astrofisica già che ho qualche annetto e, mentre non ho paura della morte, ho dispiacere nel non poter "arrivare a sapere tutto" prima dell'oblio.

Ritratto di Mariopp

Mariopp

Mer, 10/04/2019 - 17:47

Bravi.

de barba rossano

Mer, 10/04/2019 - 17:52

Veramente incredibile. siamo davanti a distanze incommensurabili, ordini di grandezza difficili solo anche da immaginare.se un ipotetica navicella spaziale, avesse la capacita' di viaggiare alla velocita' della luce, se avesse il carburante necessario per raggiungere anche solo le nostre galassie piu' vicine, parleremmo di viaggi che durerebbero migliaia, milioni di anni luce. significherebbe anche che dai primi astronauti alla partenza, ci vorrebbero centinaia di migliaia di generazioni successive, che dovrebbero continuare questo viaggio.questo dovrebbe interrogare molti su quanto e' piccola la nostra terra e sopratutto quanto e' piccola la mente di tante persone.

bernardone

Mer, 10/04/2019 - 17:58

Odio questa "scienza" moderna che sfoga la sua libidine metafisica facendosi religione, e che ama le passarelle come divi di Hollywood! Per chi conosce un po' di teoria (Heisenberg) sa che l'interpretazione falsa la realtà tale che si dice che produce l'evento stesso, per cui dire che si è fotografato un buco nero è come dire che si è dipinta una scorreggia!

DRAGONI

Mer, 10/04/2019 - 18:17

BISOGNEREBBE MAPPOARLI ONDE EVITARE CHE VENGANO "RISUCCHIATI" OGGETTI COSTRUITI DALL'UOMO DESTINATI A NAVIGARE NELLO SPAZIO.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 10/04/2019 - 18:19

Calma ragazzi e modestia. O un imam trova il versetto coranico interpretante il buco nero o satana ci ha ingannati ancora.

Ritratto di abutere

abutere

Mer, 10/04/2019 - 19:02

PER BERNARDONE. 1) scrivi da analfabeta; 2) usi una volgarità ributtante in un campo del sapere che merita enorme rispetto. Ne consegue che se ti facessi un selfie rappresenteresti molto bene l'ultima parola del tuo post

Clamer

Mer, 10/04/2019 - 19:11

Bernardone di one hai solo il nome essendo incapace di comprendere il lavoro e la grandezza dei risultati di questi astronomi. Lascia perdere Heisenberg, per te è troppo.

emulmen

Mer, 10/04/2019 - 19:17

@bernardone - sei mica un terrapiattista? anche questo è un complotto della NASA e della massoneria?

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mer, 10/04/2019 - 19:42

Emozionante!!! L'evidenza fotografica che il luogo più estremo dell'universo esiste realmente !!!

edo1969

Mer, 10/04/2019 - 20:16

ce n’è uno anche nel cervello di ogni bananas

edo1969

Mer, 10/04/2019 - 20:18

un tempo si poteva dire buco nxxxo oggi non si può più per il politicamente corretto

edo1969

Mer, 10/04/2019 - 20:18

se sborro lo centro in pieno ma arriva tra 10 miliardi di anni

Ritratto di Antonosofiro

Antonosofiro

Mer, 10/04/2019 - 20:25

Queste notizie sono pietre miliari per chiunque si appassioni di scienza. Fino ad ora i buchi neri avevano una rappresentazione grafico/animata basata su simulazioni e modelli matematici (Interstellar sopra tutte). Ma ora per la prima volta si ricostruiscono immagini superando difficoltà tecniche (non solo per i petabytes di dati) di sincronizzazione di una array di radiotelescopi. un applauso infinito ai tecnici e al team di astrofisici.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 10/04/2019 - 21:21

Interessante, ma dimenticate i viaggi nello spazio. Il sistema solare più vicino a noi è Proxima Centauri che dista 4 anni luce e per raggiungerla volando alla velocitá del Discovery (il più veloce nostro veivolo lanciato nella stazio) impiegheremmo 30 mila anni per raggiungerla ed altri 30 mila anni per tornare indietro. Sapete che cosa significa? Lo spazio è inconquistabile. Toglietevelo dalla testa.

killkoms

Mer, 10/04/2019 - 22:36

mitico!

Klotz1960

Mer, 10/04/2019 - 23:02

E adesso che abbiamo una foto? Non afferro quale sarebbe la grande conquista.

Klotz1960

Mer, 10/04/2019 - 23:08

Bravo De Barba, ancora con solita palla delle distanze incommensurabili, le dimensioni della Terra, gli anni luce, etc etc. Mi sembra che le sfugga il dato essenziale: rispetto a cosa? Ha mai osservato un atomo con gli elettroni? Non le sfiora il dubbio che sia tutto relativo? O per caso conosce i presunti confini dell'universo?

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Mer, 10/04/2019 - 23:43

Bernardone , sei veramete forte, mi hai fatto scompisciare dalle risate nella tua imitazione di Crozza che imita Zichichi.

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Gio, 11/04/2019 - 09:06

Bernardone, i miei complimenti. L'unica analisi perfettamente coerente con ciò che è stato "scoperto" e divulgato tramite quella immagine che non dimostra proprio nulla e sa di artefatto con risultato influenzato dalle aspettative. Un plauso anche per Klotz1960. E se vi fermate alla Teoria della Relatività di Einstein, come se fosse il nuovo Vangelo, senza tentare di confutarla, anche col fine stesso di corroborarla, non siete più scienziati bensì discepoli dell'ennesimo profeta. Egli stesso non lascerebbe intentate altre strade.

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 11/04/2019 - 11:02

Es ora che succede?

edo1969

Gio, 11/04/2019 - 19:09

jasper te lo dico io che succede dal buco nero escono gli extraterrestri e vengono a prenderti per so do mizarti

de barba rossano

Gio, 11/04/2019 - 21:03

signor klotz1960, accidenti lei ha tutte le risposte. la propongo per il prossimo nobel per la fisica.