Falla nella chat di WhatsApp, rischio per 200 milioni di utenti

Solo pochi giorni fa la app per la messagistica instantanea aveva annunciato il traguardo di 900 milioni di utenti

Guai per gli utenti di Whatsapp. Nei giorni scorsi, la società di sicurezza Check Point ha rilevato una pericolosa "falla" nella versione web dell'app, che ha messo arischio ben 200 milioni di persone iscritte.

Una défaillance che ha messo a rischio tutti coloro che utilizzavano la versione web di WhatsApp (disponibile dallo scorso gennaio, basta scaricare un codice e utilizzare le credenziali di accesso collegate al proprio numero di telefono) e che consentiva difatti agli hacker di ingannare gli utenti, inviando loro dei contatti per la rubrica telefonica nel formato "vCard".

Questi contatti, invece, nascondevano al loro interno diversi tipi di virus, compresi quei pericolosi malware che limitano l'accesso del dispositivo che hanno infettato e che richiedono successivamente un riscatto.

Anche se la notizia è trapelata solamente oggi, Check Point ha sottolineato di aver segnalato la falla a WhatsApp lo scorso 21 agosto e che, meno di una settimana dopo, l'applicazione aveva già risolto il problema.

Un tempo senza dubbio brevissimo, ma comunque utile ad infettare diversi dispositivi.