"Rubate 5 milioni di password": Gmail nel mirino degli hacker

Il file con i dati di milioni di utenti è stato pubblicato online. Ecco dove controllare se il tuo indirizzo email è tra questi

Hacker russi sarebbero riusciti a rubare i dati di cinque milioni di account Gmail, il servizio di posta elettronica di Google, e avrebbero pubblicato l'elenco di indirizzi email, con relative password, sul web.

Il file è stato poi postato su un forum russo, chiamato BTCsec, e prontamente rimosso dai gestori della piattaforma. La notizia comunque non è passata inosservata ed è già rimbalzata su internet. Già nei giorni scorsi, sempre in Russia, erano già stati hackerati altri milioni indirizzi email, questa volta appartenenti a Yandex e Mail.ru.

Il furto, possono stare tranquilli i tantissimi italiani che posseggono una casella di posta elettronica Gmail, riguarderebbe principalmente utenti russi. Chi possiede un account di posta elettronica con Google, comunque, può sempre controllare qui se il proprio indirizzo email risulta tra quelli hackerati. Il consiglio come sempre è quello di cambiare password periodicamente e attivare la doppia verifica in due passaggi, con l'invio di un codice sul cellulare ogni volta che si vuole accedere alla posta elettronica.

Commenti

pietrom

Mer, 10/09/2014 - 20:20

Il link nell'articolo al sito dove controllare il proprio indirizzo email mi sembra una presa in giro. Ho provato con il mio indirizzo, mettendo tre asterischi in posti diversi, e una volta mi ha detto che ero "hackerato", un'altra volta che andava tutto bene. Poi ho provato con: wnvsbvoqebrownvioisndvoiwbvow@gmail.com, e pure questo e' risultato "hackerato". Dubito che un tale indirizzo esista...

cgf

Mer, 10/09/2014 - 20:55

esiste una possibile verifica, basta inviare un'email ed aspettare se torna indietro, cmq non corro quel tipo di problema, da quando qualche anno fa google ha creato l'utente unico, tutto sommato una bella cosa, ma si doveva sottostare alle loro condizioni in tema di privacy, ho cancellato tutto da youtube etc etc.. cmq non è la prima volta che la privacy è violata, non per nulla Putin sta obbligando chi vuole fare affari con i russi ad avere i server con i dati sensibili in Russia, cosa che succede già in Cina.

Castor3

Mer, 10/09/2014 - 23:43

Benissimo! La mia password se la possono inficcare su per il culo!!! Insieme al contenuto delle mie mail!!!

Ritratto di kensan

kensan

Gio, 11/09/2014 - 01:13

I nomi italiani ci sono nella lista e pure ci sono email di italiani. Uno in particolare è una persona di mia conoscenza, l'ho avvisato del leak.