L'allarme dell'Agcom: 1 italiano su 3 non usa Internet

L'Italia è al quarto posto in Europa nella non invidiabile classifica del numero di individui che non ha mai avuto accesso al web

"Una larga fetta di italiani è ai margini della rete". La fotografia degli internauti nostrani scattata dal presidente dell’Agcom Angelo Marcello Cardani nel corso della Relazione annuale 2013 mostra un fortissimo ritardo nella diffusione del mezzo. Gli italiani continuano ad amare e preferire la televisione anche se, allo stesso tempo, si sono lasciati conquistare dai social network. La "dieta mediatica" degli italiani occupa circa 4 ore e 30 minuti della giornata. Di questi 23 minuti sono passati sui social network che, insieme alla posta elettronica, "rappresentano in taluni casi soluzioni alternative alle tradizionali chiamate telefoniche e alle comunicazioni per corrispondenza".

"La rappresentazione più brutale della domanda di Internet in Italia è quella che vede il nostro paese al quarto posto in Europa nella non invidiabile classifica del numero di individui che non ha mai avuto accesso a internet", ha spiegato Cardani facendo notare che il Belpaese si posiziona attorno ai 37,2% contro una media europea del 22,4%. Allo stesso tempo, il presidente dell’Agcom ha osservato come l'Italia sia anche il paese dell'Eurozona in cui "gli internauti hanno la più alta frequenza di accesso". Trentotto milioni di italiani hanno, infatti, dichiarato di accedere alla rete da qualunque luogo e device. Le famiglie, che nel 2012 possedevano già una connessione a banda larga su cavo, erano il 49%. Il dato di quelle connesse con almeno un minorenne balza al 71%. Ancora: le classi di età che più hanno utilizzato internet nell’ultimo anno sono, ovviamente, quelle comprese tra i 15 e i 19 anni, circa il 5% della popolazione. "Sotto i quindici anni si trovano oggi circa 8 milioni di ragazzi e bambini circa il 13% della popolazione - ha continuato Cardani - questi sono i 'nativi digitali' che cresceranno dando per scontato che ci sia la connessione ovunque e per fare qualsiasi cosa".

Secondo il report pubblicato oggi dall’Authority, "la pervasività delle pratiche di social networking appare idonea, nel lungo periodo, a rendere labili i confini tra le comunicazioni personali e quelle di massa". Oltre ai consumi relativi all’editoria elettronica (con circa 5 mila ebook acquistati ogni giorno), nel paniere dell’utente medio sono comprese anche le comunicazioni interpersonali, sia orali (con dieci minuti di telefonate) sia scritte (con trenta messaggi e ventun lettere cartacee o elettroniche). Sono, poi, aumentate le telefonate sulla rete mobile con circa 8 miliardi di minuti di conversazione in più nell’ultimo anno, così come è cresciuto il numero di utenti mobili che accedono a internet in mobilità con lo smartphone o con la chiavetta.

Commenti

ugsirio

Mar, 09/07/2013 - 12:13

Basta consultare i costi d'uso italiani con quelli europei e USA per rendersi conto che siamo una colonia. Senza dubbio questo incide sugli utilizzi.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 09/07/2013 - 12:15

Forse è meglio.

rr

Mar, 09/07/2013 - 12:16

Un italiano su tre non usa internet e passa la giornata spalmato sul divano a vedere tette di plastica ed omicidi in tivvù. Come diceva Hitler la masse vanno mantenute ignoranti e paurose.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 09/07/2013 - 12:49

embé? tutti ci vestiamo ogni giorno ma pochissimi sanno confezionare un pantalone o farsi un maglione...

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Mar, 09/07/2013 - 13:06

Allarme dell'AgCom ???????? In Italia solo 1/3 usa internet????? E allora??!! Lo ha detto il medico che dobbiamo stare su internet?! Cos'è questo articolo? Un'esca per un mondo sempre più orwelliano? Ma fateci il piacere, che siamo già fin troppo spiati. Ogni strumento nella sua giusta misura! E ke c....

Ritratto di Chichi

Chichi

Mar, 09/07/2013 - 13:16

Io uso internet, ma, proprio per questo, comincio a pensare che saranno proprio quelli che non sanno nemmeno cosa sia a salvarci dall'omologazione, per stiramento o accorciamento, che la rete sta realizzando. Difficile immaginare un regno umano più evoluto, grazie a questo moderno e tecnocratico letto di Procuste.

pietrom

Mar, 09/07/2013 - 13:47

Il dato negativo non e' che in Italia meno persone usano internet; questa e' solo una conseguenza di qualcosa di molto piu' grave: l'invecchiamento della popolazione.

External

Mar, 09/07/2013 - 13:50

2 su 3 che non hanno dipendenze da social network e caXXte affini. Se poi questo è un allarme, cosa dire delle migliaia di persone senza lavoro, con gli ammortizzatori sociali agli sgoccioli ed il mutuo della casa da pagare? Chi se ne fotte, è più importante internet per foraggiare le compagnie telefoniche. Lagicom si occupasse di cose più importanti e pratiche.

gibuizza

Mar, 09/07/2013 - 13:51

Allarme?? E percè allarme? Se la gente non vuole o non desidera andare in Internet deve esserci allarme? Agicom, pensa piuttosto alle bugie e alla disinformazione della comunicazione scritta e visiva italiana!

Massimo Bocci

Mar, 09/07/2013 - 14:01

E il fruitore di solito e un pubblico (si fa per dire) dipendente che lo utilizza in ufficio durante l'orario di lavoro (si fa per dire) per consultare siti porno, altrimenti le 4 ore tortura (a pagamento) non passano mai.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Mar, 09/07/2013 - 14:04

toglietelo alla bruna!

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Mar, 09/07/2013 - 14:05

@gibuizza. pirla, le preoccupazioni sono per quelli che "non possono" andare in rete.

Ritratto di Geppa

Geppa

Mar, 09/07/2013 - 16:17

che ignoranza clamorosa dai commenti, ancora una volta popolino, grave e' che siano fruitori di internet stesso senza capirne assolutamente nulla. Il dato, allarme e' esagerato ma su questa testata i titolisti sono cresciuti a Paperopoli, ha rilevanza in ordine alla diffusione della banda larga e la possibilita' di fruizione del servizio che vuol dire 1000 cose, dall'informazione, alla comunicazione tra genti allo shopping online che si traduce a sua volta in cultura e modernizzazione. Social network vuol dire comunicazione, c'e' chi ci lavora e comunica c'e' chi clicca i link a decerebrato, cosi' per le email e per le pagine di informazione.

gibuizza

Mar, 09/07/2013 - 16:44

Tutti vogliono si vada su internet, tutti vogliono la banda larga, perchè? Cosa se ne fanno di 1.000.000.000 di byte al secondo quando per leggere un articolo o un libro basta una velocità di 40/60 byte al secondo, o per fare una operazione di acquisto ancora meno? Si vuole guardare in diretta la tv o scaricare decine di film al giorno, per farne che? Le vere esigenze sono altre, soprattutto pensare prima di scrivere.

titina

Mar, 09/07/2013 - 17:57

un terzo degli italiani non usa internet, ma bisogna considerare che un quarto degli italiani sono anziani.

Noidi

Mar, 09/07/2013 - 20:52

@gibuizza: Hey genio, provi a mandare un disegno tecnico di 50 Mb sulla connessione che dice Lei. Vediamo quanto ci mette, cosi come per tanti altri dati. Per voi Internet è solo giornale, e-amil, qualche foto e basta. Siete troppo ignoranti e poi vi lamentate che l'Italia è rimasta indietro di 20 anni riespetto al resto del monod, trogloditi.

cgf

Mar, 09/07/2013 - 21:17

non capisco quale sia il problema... si vive molto bene anche senza, anzi, non cercare quello che ci manca in una realtà virtuale significa che non ci manca nulla che non sia a portata di mano. Vuoi mettere? è poi così importante fare parte di una community virtuale? magari poi non si saluta il vicino! Chi si ricorda Second Life? se non avevi un avatar non eri nessuno, NO grazie, personalmente preferisco conoscere i vicini, gente vera, che la guardi negl'occhi, gli parli e non si nasconde dietro ad un nick dove il 99% si mostra per quello che non è!!!!!!! Oramai quando mi chiedono l'indirizzo FB o Twitter non esprimo più anche a voce ciò che penso a colui/lei/loro con cui ho confidenza. Google? per cercare cosa? BEN OLTRE UN TERZO della popolazione MONDIALE ha vissuto la propria vita senza, ora? Perché non ci dicono invece che sono sempre più i soggetti colpiti da ansia da email o da telefonino? persone hanno costantemente aperto il client di posta, si alzano di notte per controllare, sai come è... i miei amici potrebbero scrivermi e per loro l'orologio è nove ore indietro... 'amici', meglio dire nick *no persone, nick* ai quali si è scritto cinque frasi usando il traduttore on line e dei quali si ignorava l'esistenza solo 48 prima. Oppure quelli vivono letteralmente nel terrore se non riescono a ricarire in fretta il telefonino e/o si trovano in una zona con assenza di segnale? AGCOM perché sei PAGATA dagl'italiani? è così che ti 'guadagni' la pagnotta?

External

Mar, 09/07/2013 - 22:28

... diffusione della banda larga .... informazione .... shopping on line .... comunicazione .... social network .... Tutta roba fondamentale, per chi non ha un caxxo da pensare.

fdl19684ever

Ven, 05/02/2016 - 11:15

Caspita, siamo di fronte a mutamenti climatici che mettono in forse la sopravvivenza dell'intero pianeta (quest'anno sono sbocciate le primule in gennaio), e c'è chi dà l'allarme perché in Italia si usa poco la rete. Siamo messi proprio bene!