Tg3, Di Bella rimuove il vaticanista anti-Papa

Il direttore del Tg3 ha rimosso Roberto Balducci dal suo incarico di vaticanista. Il giornalista era stato criticato da esponenti di tutti i partiti per aver definito "quattro gatti" i fedeli che seguono le indicazioni del Papa

Roma - È stato rimosso dal suo incarico, dopo le polemiche scoppiate ieri a causa di un servizio sul papa, il vaticanista del Tg3, Roberto Balducci. Ne danno notizia fonti della redazione del Telegiornale. Il giornalista era stato criticato da esponenti di tutti i partiti per aver definito scherzosamente "quattro gatti" i fedeli che seguono le indicazioni del Papa.

"Rispetto per il Vaticano"
Balducci aveva inviato ad Antonio Di Bella, direttore del Tg3, una lettera, nella quale, spiega lo stesso direttore, "ribadisce il rispetto per il Vaticano, si dispiace di aver procurato una danno alla testata e all’azienda e si rimette alla valutazione da parte del direttore". Ricevuta la lettera Di Bella ha comunicato al cdr che Balducci non seguirà da oggi il Vaticano.

Di Bella: "Decisione difficile ma necessaria"
La decisione di rimuovere il vaticanista del Tg3 Roberto Balducci, in seguito alle polemiche sulla battuta dei "quattro gatti" del Papa, è stata "difficile, ma ho pensato di prenderla perché è stato giusto e necessario verso la mia testata": è quanto spiega il direttore del Tg3, Antonio Di Bella, interpellato telefonicamente, a commento della scelta di esautorare dall’incarico Balducci. "È una vicenda delicata e dolorosa - dice Di Bella - e la decisione è stata difficile anche per l’amicizia che mi lega con Balducci, ma ho pensato fosse giusta e necessaria".

Frase poco chiara
Una polemica nata "dal fraintendimento di una frase forse poco chiara, che tanto il collega quanto il direttore Di Bella hanno ribadito non avere avuto alcun intento offensivo nei confronti della Chiesa o del pontefice": così  è intervenuto il cdr del Tg3.