Il Toro torna sui mercati

La correzione dei prezzi delle materie prime ha conosciuto il primo stop significativo. Gli acquisti sono ripresi con vigore in tutti i comparti. Tra i metalli di base, il rame ha spuntato un progresso vicino al 4% chiudendo a 7.875 dollari per tonnellata. In gran denaro anche l’oro che ha segnato il fixing a 666, 75 dollari, recuperando in una seduta ben 14 dollari. Infine, con l’approssimarsi della stagione degli uragani, il greggio ha superato quota 71 dollari al barile.