In torpedone a ritmo lento: castagne, bolliti e zucche fra terra di Verdi e bassa Piacentina

Quattro appuntamenti dedicati al gusto e alla tradizione. A bordo di storici autobus della prima metà del '900 tra paesaggi di vigne, campi coltivati, borghi antichi, vecchie cascine e aziende vitivinicole. Seduzioni per gli occhi e per la gola tra Parma e Piacenza, là dove il Po bagna terre generose di paesaggi bellissimi e sapori inimitabili. Speciale Halloween "padano", tra nebbie, misteri, storie spaventose e zucche tentatrici

Saliscendi nostalgico e goloso, gite d’autunno tra le brume della pianura Padana con un richiamo alle Alpi… Gli storici torpedoni della prima metà del '900, di costruzione svizzera, che hanno percorso la linea Tirano-Sankt Moritz e scavalcato il Passo del Bernina, scendono a valle per esplorare le terre solcate dal Po tra Parma e Piacenza. Con la loro linea simpatica, il muso allungato che pare ammiccare e il tetto apribile, invitano a un breve viaggio a ritroso nel tempo, a ritmo lento, perfetto per andare alla scoperta del territorio.

Domenica 30 ottobre, "Castagne d'autunno" Si parte alle 9.45 da San Nazzaro (Monticelli d’Ongina-Piacenza) alla volta di Villa Verdi (Sant’Agata di Villanova), dimora prediletta dal Maestro che vi compose alcune delle sue opere più fortunate: Rigoletto, Il Trovatore e La Traviata. Si prosegue per un tour guidato in bus ai luoghi verdiani: Roncole e Busseto, nel Parmense. Sosta golosa a Busseto con Spongata e Culatello della Bassa (possibilità di acquisto). Il pranzo è di nuovo nel Piacentino, in riva al Po in una trattoria tipica, con menu a tema "Castagne d’autunno" (salumi piacentini Dop, tagliatelle con farine di castagne ai funghi, gnocchetti di castagne in crema di taleggio, stracotto di asina con polenta di castagne, mousse ai marroni con cacao e scaglie di cioccolato bianco, caffè, acqua, vino dei Colli Piacentini) e sottofondo di musiche verdiane. Poi si naviga sul fiume a bordo della motonave Calpurnia con visita all’oasi naturalistica de Pinedo. In alternativa, tour in torpedone alla volta di una cascina ottocentesca che produce e trasforma frutta e verdura secondo ricette antiche (possibilità di acquisto). In chiusura, vin brulé in riva al Po.

Domenica 6 novembre, "Stracotti e polenta" Il programma è identico a quello del 30 ottobre ma questa volta cambia il tema culinario e di conseguenza il menu. Sempre in trattoria in riva al Po è il turno di salumi piacentini DOP con polenta fritta, tagliatelle con ragù d’asina, pisarei e fasò, stracotto d’asina con polenta di Storo, tiramisù della casa, caffè, acqua, vino dei Colli Piacentini. Il commiato è ancora con vin brulé sull’argine.

Domenica 13 novembre "I bolliti della tradizione" Anche in questo caso stesso programma ma menu legato ai classici bolliti. L’ultima scorpacciata in trattoria in riva al Po prevede salumi piacentini Dop con sottoli e sottaceti, anolini in brodo, bolliti misti, mostarda di Cremona e salsine di verdura della casa, ciambella alla Malvasia, caffè, acqua, vino dei Colli Piacentini. Si chiude sempre con vin brulé sull’argine.

Il costo delle escursioni del 30 ottobre, del 6 e del 13 novembre è di 69 euro ciascuna, a persona. La quota comprende: trasporto in torpedone come da programma, accompagnatrice sul bus per il tour guidato alle Terre Verdiane, ingresso e visita guidata a Villa Verdi, pranzo a tema in trattoria sull’argine, navigazione commentata sul Po, o in alternativa tour in torpedone ad azienda ortofrutticola con visita guidata e degustazione, vin brulé d’arrivederci.

Halloween: il terrore corre sul… fiume e la zucca è servita Ecco la quarta oppurtunità, lunedì 31 ottobre. "Caronte custodisce queste acque e il fiume e, orrendo nocchiero, a cui una larga canizie invade il mento, si sbarrano gli occhi di fiamma, sordido pende dagli omeri il mantello annodato"… il mistero può avere anche un volto nostrano con una notte di Halloween tutta padana, all’insegna del fascino oscuro e silenzioso di un percorso in battello sul Po e le tentazioni del palato. Per una sola notte, abbandonatevi alle atmosfere dantesche e lasciate che le vostre anime vengano condotte lungo il fiume, il Grande Fiume, a bordo di un battello condotto da un ambiguo nocchiero che conosce le nebbie che avvolgono terribili segreti… Atmosfere di mistero e leggenda, alimentate dalle parole spaventose di un cantastorie cupo, portavoce di storie angosciose. Ma ecco che il rintocco lontano delle campane richiama al mondo dei vivi, invita a tornare in salvo in porto. Alimentata la fantasia, la serata si chiude con un’abbuffata al caldo di una cascina in riva al fiume e, Halloween lo impone, protagonista in tavola è la zucca.

Il costo della serata Halloween è di 49 euro a persona, comprensivi di navigazione notturna sul Po con lettura di racconti del terrore, cena a tema (salumi piacentini e zucca fritta, vellutata di zucca con crostini, gnocchi di zucca ai funghi porcini, tortelli di zucca con burro e salvia, reale di vitello con purea di zucca, dolce di Halloween alla zucca, caffè) e spazio bimbi con animazione.

A ciascuno degli appuntamenti d’autunno è possibile abbinare il pernottamento in agriturismo o in castello, con tariffe a persona rispettivamente di 35 euro e 65 euro. La colazione è inclusa.

Per informazioni e prenotazioni: Piacenza Turismi tel. 0523.305254, fax 0523.309298 oppure www.piacenzaturismi.net