Trenitalia, addio 1ª e 2ª classe

Superate le due classi per avere quattro livelli di servizio: dal trasporto-base al
servizio ai massimi livelli. <a href="/art.pic1?ID=424159" target="_blank"><strong>Banda larga con internet veloce e wi-fi sull'alta velocità
</strong></a>

Roma - Una volta c'era addirittura la "terza classe". La usavano le persone meno abbienti che, con pochi soldi a disposizione, non si lamentavano certo del servizio "essenziale" e della poca comodità delle panche di legno. Da tempo la terza classe è sparita. E fra poco scompariranno anche la prima e la seconda, almeno per i treni ad alta velocità. E' la rivoluzione annunciata da Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie. Entro pochi mesi sui treni ad alta velocità scomparirà la tradizionale divisione in prima e seconda classe che verrà sostituita da quattro diversi livelli per qualità del servizio.

Quattro livelli di servizi "Nel corso dell’anno - ha detto Moretti - supereremo le due classi per avere quattro livelli di servizio, da un elemento base di trasporto senza particolari esigenze dei passeggeri ad un servizio ai massimi livelli oggi conosciuti al mondo". 

Nuovi interni L’operazione è già partita con la sottrazione di una carrozza per il rifacimento degli interni con l’obiettivo, ha aggiunto l’ad, "di avere un pool di carrozze che potremo riqualificare anche con nuovi interni". L’occasione per annunciare la novità dei treni su cui gradualmente si potrà scegliere un servizio da una a quattro stelle è stata la presentazione dell’accordo con Telecom Italia per l’accesso alla banda larga e wi-fi su tutti i treni ad alta velocità, firmato oggi dallo stesso Moretti e dall’amministratore delegato di Telecom Italia, Franco Bernabè.