Malpensa, in treno dal T1 al T2: ecco come avanzano i lavori

Il link ferroviario di 3,6 chilometri, consentirà il collegamento diretto di entrambi i terminal dello scalo gestito da Sea: quattro minuti e oltre 250 treni al giorno

I lavori per realizzare il collegamento ferroviario fra il Terminal 1 e il Terminal 2 dell’aeroporto di Milano Malpensa vanno avanti senza sosta.

Il link ferroviario di 3,6 chilometri, consentirà il collegamento diretto di entrambi i terminal dello scalo gestito da Sea e garantirà agli oltre 7 milioni di passeggeri del T2 la piena accessibilità con la città di Milano migliorando da un lato la mobilità sostenibile e dall’altro l’integrazione aereo - rotaia. Il tempo di percorrenza sarà di 4 minuti con più di 250 treni al giorno e si prevede che sarà utilizzato da più del 25% dei viaggiatori che transitano dallo scalo intercontinentale.

L’opera, che prevede anche la nuova stazione ferroviaria, è realizzatada Sea e Ferrovie Nord Milano. Sea in particolare si sta occupando della realizzazione della stazione, di cui è proprietaria. La gestione del collegamento e la posa dei binari è seguita da Ferrovie Nord Milano. Ecco come sono ripartiti i costi dell'opera: 45 milioni ministero Infrastrutture e Trasporti, 31 milioni Regione Lombardia, 23 milioni contributi Ue nell'ambito del programma Ten-T, 16 milioni da Sea (a parziale copertura della stazione ferroviaria).

Il progetto Mxp North Rail Access prevede in una fase successiva il completamento della rete ferroviaria fino a Gallarate che consentirà il collegamento dell’aeroporto con le reti esistenti e con le future direttrici ferroviarie internazionali del Sempione e del Gottardo, garantendo la piena accessibilità ferroviaria, come richiesto dall’Unione Europea per i Core Network Airports e in linea con il Piano nazionale aeroporti.