Trento e Monte Bondone Una vacanza bianca fra sport e tempo libero

L’appuntamento con gli ospiti liguri si rinnova con iniziative e proposte

Nanni Cifarelli

Trento è città d’arte ricca di storia, ma anche città sportiva con la sua stazione sciistica, il Monte Bondone, raggiungibile in meno di mezz’ora. Trento e il Monte Bondone rappresentano un modo di fare vacanza innovativo e stimolante. Mezza giornata dedicata allo sport, e mezza dedicata alla scoperta di una città tra le più interessanti d’Europa. Passeggiando per il centro storico di Trento si viene avvolti da una atmosfera particolare resa stimolante da un prestigioso passato, da una storia tutta da scoprire. Il passato di Trento è testimoniato da palazzi affrescati, espressione di uno stile rinascimentale lasciato in eredità dai Principi Vescovi che governarono per più di 800 anni e l’abbellirono per prepararla degnamente ad essere, nel XV secolo, sede del 19° Concilio ecumenico della Chiesa.
Oggi Trento è entrata a fare parte dei grandi circuiti dell’arte grazie a una serie di Grandi Mostre che negli ultimi anni sono state allestite nella bellissima cornice del Castello del Buonconsiglio. Esposizioni, di respiro europeo, che richiamano di volta in volta oltre 100-150mila visitatori. Il prossimo appuntamento sarà a luglio con le opere del Romanino. Trento non è soltanto una città di monumenti e castelli. La vita sociale e culturale ferve più che mai grazie a esposizioni, convegni, festival, rievocazioni storiche, stagioni del teatro e della prosa, festival di danza e musica, tante occasioni d’aggregazione e di incontro articolate tutto l’anno.
Ma Trento è anche montagna, ovvero Monte Bondone, stazione sciistica ricca di storia e tradizioni, culla di famose gare come la 3-Tre e il Trofeo Topolino. Negli anni Trenta il Monte Bondone fu fra le prime stazioni sciistiche delle Alpi a dotarsi di un impianto di risalita: una grande slitta trainata da un argano battezzata Sliton del Graffer dal nome del capostipite di una famiglia di Trento che alla realizzazione di impianti di risalita ha legato, da varie generazioni, il proprio destino. Era il 1937.
Il Monte Bondone ha conosciuto una profonda ristrutturazione diventando meta ideale per famiglie, bambini, sci club e amanti dello sport della neve in cerca di un’atmosfera rilassante. Nuovi impianti di risalita, come la Rocce Rosse, quadriposto ad alta tecnologia con il maggior dislivello d'Europa (908 metri), piste ridisegnate, ampliate e servite, per oltre il 90%, da un sistema di innevamento programmato che garantisce la sciabilità per tutto l’arco della stagione, sono elementi determinanti di una offerta turistica a 360 gradi.
Tracciati come la Gran Pista, la più bella del Trentino, 5 chilometri di lunghezza attraverso prati e boschi con continui cambi di pendenza ne è l’esempio più significativo. Senza dimenticare la Palon, che parte da quota 2100 metri da dove, nelle giornate più limpide, si può apprezzare un panorama senza uguali.
Non meno eccitante, amato soprattutto dai più giovani, è il nuovo Monte Bondone Snowpark con snowcross, paraboliche, jumps, rails ed il mega Olimpic superpipe con le sue sponde da 5,5 metri e una pendenza del 29 per cento.
A livello agonistico, a conferma della tradizione, il Monte Bondone ospiterà l’11 e il 12 marzo una delle sei tappe della prestigiosa Fis Carving Cup, appuntamento internazionale di sci alla quale partecipano un centinaio di atleti in rappresentanza di 16 nazioni. Giunta alla settima edizione la Fis Carving Cup è una manifestazione seguita dai giovani amanti delle ultime discipline della neve; pensata con la formula dell’intrattenimento e dell’incontro a margine delle fasi prettamente agonistiche - organizzata in partnership da Comune di Trento, Azienda per il turismo di Trento e Monte Bondone, dalla Società Trento Funivie e da altri soggetti -, rappresenta un ulteriore passo avanti nel programma di rilancio della stazione.
Il Monte Bondone è sinonimo anche di fondo e ciaspole. Il Centro Fondo Viote, a 1565 metri, offre a quanti prediligono lo sci nordico oltre 35 chilometri di piste da fondo, servite da un nuovo impianto d’innevamento programmato, e preparate ogni giorno sia per gli sciatori a tecnica libera sia per quelli che preferiscono la tecnica classica. Tutti i tracciati si articolano attraverso la soleggiata e panoramica Conca delle Viote al cospetto delle Tre Cime del Bondone, lungo le quali si snoda anche uno spettacolare itinerario di sci alpinismo. Il Centro del fondo delle Viote fu fra i primi ad avviare un’attività organizzata a disposizione dei fondisti e oggi, completamente ristrutturato, offre numerosi servizi quali scuola di sci, camera spogliatoio con bagno e doccia, bar, ristorante, campo scuola e divertimento per bambini, ampio parcheggio per auto e camper, riparazione e sciolinatura sci, noleggio sci, toboggans, slitte e ciaspole.
Numerosissime e variegate sono le combinazioni di soggiorno e le offerte speciali, riferite a vari periodi della stagione fino a Pasqua. Molte sono firmate Consorzio Impianti Skirama Dolomiti Adamello Brenta. Fra tutte merita ricordare quella della settimana dal 25 marzo al 2 aprile che prevede per chi soggiorna in hotel con trattamento di mezza pensione in stanza doppia, skipass Superskirama Dolomiti Adamello Brenta gratuito valido 6 giorni su impianti di tutte le stazioni dello Skirama.
Informazioni ed approfondimenti sono a disposizione sul sito dell’Apt Trento e Monte Bondone: www.apt.trento.it.