Treu (Margherita): allo studio giro di vite sull’apprendistato

Nel mirino dell’Unione non ci sono solo le rendite finanziarie e i contributi degli autonomi e dei lavoratori a progetto. Per trovare le risorse necessarie ad abbattere il cuneo fiscale il centrosinistra sta studiando un aumento della contribuzione anche per altri tipi di contratto e, soprattutto, un giro di vite sull’apprendistato. A rivelarlo è stato Tiziano Treu, ex ministro del Lavoro ed esponente della Margherita. «C’è una quarta fonte per ridurre di 5 punti il cuneo fiscale, della quale si è parlato poco: le sottocontribuzioni», ha spiegato in un’intervista al settimanale News. «Ci sono categorie e tipi di contratto - ha aggiunto - che non pagano il 33 per cento, ma meno o niente. Faccio un esempio: l’apprendistato. Non paga contributi. Se l’apprendista è un vero apprendista è giusto dare un’agevolazione contributiva, però se per imparare un mestiere basta un anno e vengono fatti contratti per 5, lì occorre intervenire. Queste agevolazioni costano quattro miliardi. Dovremo scegliere quali mantenere e quali no». Il nuovo «apprendistato professionalizzante» è uno dei cardini della legge Biagi.