Treviso sogna per un’ora

Dimitri Canello

da Treviso

A forza di bastonate sulla schiena, il Treviso qualcosa ha imparato. Stadio Tenni, scena sei. Due gol di vantaggio, un inizio di partita straordinario e una prova corale maestosa. Sembrava tutta un'altra storia, ma qualcuno sul 2-0 ha pensato che il Palermo fosse in cenere. Errore gravissimo, Delneri potrà pure sbagliare inizialmente la formazione, ma capisce gli errori e sa correggere. Detto, fatto. Brienza semina il panico, Caracciolo prende il palo, Ferri colpisce (27'). Primo allarme. Nella ripresa ecco la rimonta che si completa. Gonzalez (altro cambio azzeccato di Delneri) pesca Brienza, che incrocia alla perfezione e supera Zancopè. La sintesi: 2-2. E il Treviso? La furia della prima di Cavasin si spegne sul palo di Cottafava.