Troppo ghiaccio nei drink: causa milionaria contro Starbucks

Un portavoce dell'azienda statunitense ha tacciato l'iniziativa della donna come pretestuosa

Stanca dell'eccessiva quantità di ghiaccio che si vedeva servita nei caffè freddi ordinati regolarmente da Starbucks, Stacy Pincus ha deciso di intentare causa al colosso americano, chiedendo un risarcimento di 5 milioni di dollari. La donna, dell'Illinois, accusa la catena di caffetterie di riempire i bicchieri di ghiaccio per oltre la metà della loro misura, così da risparmiare sugli ingredienti per la preparazione dei drink, a discapito dei clienti.

Starbuck's è stata citata in giudizio con l'accusa di frode, falsa dichiarazione e appropriazione indebita, mentre il risarcimento milionario che è stato richiesto, nelle intenzioni della donna, è destinato a rappresentare il danno subito da ogni cliente della catena che abbia ordinato una bevanda con ghiaccio negli ultimi 10 anni.

Un portavoce dell'azienda statunitense ha tacciato l'iniziativa della donna come pretestuosa, specificando che "ogni cliente che ordina un drink frozen, si aspetta che ci sia del ghiaccio all'interno come ingrediente base" e ricordando che è regola di ogni punto vendita preparare nuovamente il drink al cliente, qualora questi nr sia insoddisfatto.