Tutti a scuola con lo zaino tecnologico

A pochi giorni dal suono della campanella i negozi di articoli scolastici sono presi d'assalto. Chi cerca il diario alla moda e chi uno zaino-discoteca. Ecco i gusti del prossimo anno scolastico

Milano - E’ uno status symbol a tutti gli effetti. Non deve servire solo a portare libri e quaderni, ma è un accessorio che permette di esprimere la propria personalità, o anche solo di dimostrare di essere “cool”, alla moda, o soltanto di far parte di un gruppo. Lo zaino, come l’astuccio o il diario, è uno di quegli oggetti culto della tradizione scolastica. E le aziende che li producono sanno bene come giocare sulla volubilità dei giovani acquirenti. Così a pochi giorni dall'inizio delle lezioni i negozi che vendono articoli scolastici sono presi d'asslato. E se anni fa si facevano i salti di gioia per la cartella rettangolare, adesso non ci si può più presentare all’ingresso della scuola, il primo giorno di lezioni, senza uno zaino alternativo.

Zaini tecnologici E le novità in campo di zaini sono molte. Questo è infatti l’anno dello zaino hi-tech e di quello ecologico. Un esempio su tutti è l’iMusicBag, una sacca multifunzionale che unisce l’utilità di un pratico zaino alla possibilità di ascoltare la musica del proprio lettore Mp3 senza dover indossare le cuffie, in modo da essere completamente liberi nel tragitto da casa a scuola o durante le gite e le scampagnate tra amici. Gli spallacci di questo zaino ipertecnologico sono dotati di tasche per posizionare l’iPod o il cellulare e di altoparlanti per eliminare il “fastidio” delle cuffie durante gli spostamenti. Insomma, lo zaino diventa una discoteca ambulante. Ma ci sono anche le borse eco-compatibili, per gli studenti ambientalisti. Prodotte con materiali del tutto ecologici, ricavati da bottiglie riciclate. E ci sono anche quelle dotate di pannelli solari per ricaricare in maniera naturale il lettore Mp3, elemento da cui nessuno si può più separare, o il cellulare.

I più piccoli sono più tradizionali Questo per gli studenti più grandi, diciamo dalla terza media in su. I più giovani hanno gusti, per così dire, tradizionali. Alla scuola materna e alle elementari impazzano sempre zaini, astucci, quaderni e qualsivoglia accessorio scolastico decorati con le immagini dei supereroi preferiti o dei protagonisti dei cartoni animati del momento: l’orco buono Shrek, Dragon Ball, Spiderman, Gormiti, Winx, Bratz e Whinnie the Poo sono i più desiderari dagli under14.