TvLocaliA Milano per due giorni rivive il mito dei Beatles DA DOMENICA Immagini, libri e concerti sui magici live del giugno 1965

Chiedi chi erano i Beatles. E chiedilo a Milano. Che ieri ha festeggiato in un modo davvero originale e molto spontaneo il compleanno di Paul Mc Cartney (71 anni il 18 giugno!). Lo ha fatto all'Astoria Hotel Concorde di viale Monza, al rovente numero 132. Fermata metro rossa Turro. Ma dentro, poi, è tutta un'altra aria e storia. Che ricorda (moquette compresa) lo stile dell'Hotel Adelphi di Liverpool in una via di Milano dove è assai raro trovare dei turisti, soprattutto di questi tempi. Ma fan dei Beatles invece ce ne sono tanti: perché questo, da ieri, è ufficialmente il primo Albergo Beatles italiano, che ha inaugurato qui anche la sede milanese dei «Beatlesiani d'Italia Associati», un sodalizio nato per ricordare Sir George Martin, il grande produttore dei Fab Four, che ha vent'anni e raccoglie 1800 persone fra musicisti e collezionisti.
Lo strano compleanno di Sir Paul McCartney è dunque solo uno dei tanti pretesti per lanciare le iniziative di una tre giorni milanese che ricorda - 48 anni dopo - il primo concerto italiano dei Beatles, il 24 giugno del 65, al Vigo appunto. Si comincia domenica 23 giugno (dalle 16.30 alle 20), all'Antares Hotel Concorde con il Waiting for Paul McCartney: «Metteremo in scena una ricca rassegna di immagini, che consentirà di far rivivere i concerti di Paul McCartney nel nostro Paese, compreso quello che tenne con i Fab 4 a Milano al Vigorelli», promette l'eclettico Rolando Giambelli. Nel frattempo, a Milano, non mancano le iniziative cultural beatlesiane: fra queste anche la presentazione di un libro, l'ennesimo scritto dall'esperto Luca Perasi dal titolo «Paul McCartney Recording Sessions - La storia di tutte le canzoni della carriera solista di Paul McCartney». E poi musica con i The Beat Brothers che eseguiranno i migliori brani attinti dal repertorio dei Beatles e di Paul. Il giorno dopo, lunedì 24, invece, dalle 19 alle 23 appuntamento allo Spazio Oberdan (ingresso gratuito) con un secondo tempo di iniziative che celebrano i concerti dei Beatles al Vigorelli organizzati da Leo Wachter nel 1965. Fra le curiosità ci sarà la presentazione della mappa: La Milano dei Beatles stampata dal Touring nel 2005 e la proiezione del video Rai «I Favolosi Beatles». La serata sarà imperdibile anche per la musica: con la partecipazione di due beatle-bands: i The Beat Brothers e i The Triflers, gruppo di giovani tutti milanesi. Gran finale vintage con Ricky Gianco, lodigiano prestato al mondo della musica, che da giovane conobbe i Beatles ieri ha festeggiato anche lui: «Era proprio il dicembre del '64, accadde negli Stati Uniti, loro erano già i Beatles e ci mancò pochissimo che non venissi scritturato anche io per quel primo concerto di Milano - racconta - me lo proposero perché conoscevo il loro editore, ma ero troppo giovane ed emozionato e non capii l'occasione della vita».