Un'azalea per aiutare la ricerca sul cancro

Testimonial d'eccezione per la vendita dell'Azalea per la ricerca in programma domenica prossima, 8 maggio, in 25mila piazze italiane: le Veline di Striscia la Notizia, la giornalista di Studio aperto Benedetta Parodi e la cantante Emma Marrone. Un regalo speciale per la "Festa della mamma", un aiuto importante per la ricerca sul cancro

Domenica 8 maggio, scegliendo l’Azalea della Ricerca, ognuno può contribuire a rendere il cancro sempre più curabile: i 25.000 volontari di AIRC distribuiranno nelle piazze italiane le azalee a fronte di una donazione di 15 euro, un regalo per la "Festa della Mamma" e un gesto concreto a sostegno dei progetti di ricerca sui tumori femminili. Con questa iniziativa potremo assicurare alla ricerca oncologica una rinnovata "fioritura", trasformando le quasi 700 mila azalee in un contributo indispensabile per dare continuità ai progetti che promettono risultati concreti anche nella clinica. Guarda il volantino dell'iniziativa.

Un'azione congiunta In soli 30 anni, la guaribilità media dei tumori è più che raddoppiata e per alcune forme – soprattutto per il tumore al seno – i tassi di guarigione sono saliti all’80%. Rendere il cancro una malattia sempre più curabile dipende dalla capacità e dalla passione dei ricercatori, ma anche dall’impegno di ciascuno di noi. La ricerca può aiutare anche nella prevenzione: ciò che si sa sugli stili di vita è frutto di accurati studi epidemiologici, condotti su vasti campioni di popolazione, e per lunghi anni. Battere il cancro, quindi, è un’azione congiunta: questo tema è al centro della pubblicazione speciale “Tu e la ricerca unite contro il cancro - tutto quello che puoi fare per prevenire la malattia”. Questa guida, ricca di consigli e di regole per tutte le donne che vogliono prevenire concretamente i tumori, sarà distribuita nelle piazze insieme alle azalee.

Come trovare le azalee
Per trovare l’Azalea della Ricerca chiama il numero speciale 840 001 001 o visita il sito www.airc.it.

Un aiuto ai ricercatori Intesa Sanpaolo, partner storico dell'Azalea della Ricerca, rinnova anche quest'anno la sua fiducia nei giovani ricercatori italiani: grazie al suo sostegno, lavorano da cinque anni due Nuove Unità di Ricerca - START UP presso lo IEO di Milano e presso l'Istituto Gaslini di Genova, guidate rispettivamente da Francesca Ciccarelli e da Irma Airoldi. E' possibile dare un contributo concreto alla ricerca:
- presso tutte le filiali di Intesa Sanpaolo e delle banche del gruppo per versamenti sul conto corrente intestato ad AIRC - Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, utilizzando il codice IBAN IT14H0306909400 100000103528;
- pressi tutti gli sportelli bancomat di Intesa Sanpaolo e delle banche del gruppo aderenti;
- attraverso i servizi internet della banca Tutti questi servizi sono esenti da commissioni.