Usiamo la politica all’americana: intrattenimento

(...) La politica ormai deve essere concepita come intrattenimento. Andare a conoscere i nostri candidati vale come andare al cinema o a teatro.
I liberi professioni, gli artigiani e tantissimi cittadini hanno fame di politica, ma non possono essere liberi prima delle ore 20. Anche per gli impiegati prima è un bel problema.
Il point è di tutti, della gente nostra ed anche non.
Si dovrebbero creare degli accordi con i ristoranti della zona, sono un’infinità e di ottimo livello, per avere prezzi vantaggiosi per chi vuole fare «una serata» per incontrare i nostri campioni.
Certo, una politica all’americana. Ma ragazzi basta leggere le campagne di oltre Manica o oltre Oceano per accorgersi che questo è realtà.
La politica in stile «otto e mezzo» va forte. Dire ad un gruppo di amici. «Questa sera vado a conoscere e sentire Musso poi vado a cenare nei vicoli». Cosa ne dite?
Oggi siamo lontani, ma domani potrebbe essere già realtà.
Basta ci sia la volontà politica.
Caro Massimiliano e caro Enrico, lo dico con l’animo di chi vuol costruire e vincere a tutti i costi la partita.
Un caro saluto e a presto, a tutte e due!
Lista Biasotti