Vacanze di Natale: al via 11 milioni di italiani, spenderanno 3,5 miliardi

Lieve flessione delle partenze rispetto all'anno scorso. Il 36 per cento andrà in montagna, il 18 per cento all'estero: Caraibi, Oceano Indiano, Mediterraneo, capitali europee le mete preferite. In Italia Roma e Milano

Undici milioni in vacanza tra Natale, Capodanno e la Befana, Un italiano su sei, alla faccia della crisi, è pronto a partire nel periodo che va dal 24 al 10 di gennaio. In testa alla classifica, romani, lombardi e toscani. Ma, rispetto allo scorso anno, c'è un milione e mezzo che sarà sarà costretto a restare a casa «per motivi economici». Un calo importante che però, secondo gli esperti, dimostra che il turismo, nonostante tutto, tiene, riallineandosi ai flussi di due stagioni fa. Promozioni sconti stanno infatti facilitando le partenze. La spese preventivata si aggiurerà sugli di 1,8 miliardi a Natale e sugli 1,7 a Capodanno, per un totale che si avvicina ai 3,5 miliardi.
Ma la stretta si sente. Telefono Blu consumatori ricorda ad esempio che i consumi alimentari natalizi per pranzi e cenoni sono previsti in calo del dieci per cento. Si spenderà meno, 12 per cento, anche per le decorazioni natalizie e per i regali, meno sette, e tutto ciò nonostante i prezzi si siano ridotti anche rispetto al potere di acquisto. Oggi sul piatto ci sono 40 miliardi di tredicesime, un dieci per cento in meno del 2009.
Comunque sia, il primo blocco è già pronto al via. Sono sei milioni e si muoveranno, a cominciare da giovedì pomeriggio, per tutto il weekend. Il resto a Capodanno. Partenze praticamente tutti i giorni, con punte il 24 e il 31. Il 68 per cento degli italiani si sposterà in auto, il 17 in aereo, gli altri in treno. Incertezza per l'ultimo dell'anno: oltre il cinquanta per cento non ha ancora deciso dove andare. La media dei giorni in vacanza sarà di cinque, ma chi parte ora, soprattutto per mete lontane, lo fa per un periodo di minimo una settimana. Destinazioni prevalenti, Mediterranneo, Caraibi Centro America, Oceano Indiano. Tra le capitali europee in testa Parigi, che però perde leggermente, seguita da Londra, Praga, Vienna, Madrid: il quattordici per cento sceglie comunque una città d'arte. In calo invece la vacanza culinaria e negli agriturismi.
Tra le città del Belpaese, la più richiesta è Roma, qindici per cento. Seguono Milano, 13%, Torino e Bologna, dieci, Firenze e Genova, otto, e Venezia, sei. E ancora. Il 36 % degli italiani andrà in montagna, (e il 15% nelle seconde case). Il 29 preferisce il mare e le isole. Il 18% partirà per l'estero.