Valanga Samp sul Cagliari

Cagliari. Pronto riscatto della Sampdoria che dopo i cinque gol subiti mercoledì in casa col Milan - e la contestazione dei tifosi - espugna il Sant'Elia realizzando tre gol in poco più di 10', nel finale di primo tempo. Strana materia, il calcio. La Samp è scesa in campo timorosa, imbottita di centrocampisti e con un atteggiamento tattico che definire catenaccio non è offensivo. Per mezz’ora non ha superato la metà campo, poi però al primo affondo è andata in gol, al 33', con un gran tiro al volo dal limite di Volpi; ha raddoppiato cinque minuti dopo su azione di contropiede, avviata da Bellucci, con Caracciolo (al suo primo gol in campionato) e chiuso la partita al 45', stavolta su palla inattiva. Punizione-cross di Bellucci e zuccata vincente di Maggio. Incredibile ma vero. Il Cagliari, sino a quel momento padrone assoluto del campo, ma quasi mai pericoloso dalle parti di Castellazzi, rientra negli spogliatoi tramortito, ormai battuto. A poco è servito giocare gran parte della ripresa in superiorità numerica per l'espulsione di Pieri, autore di un brutto fallo su Foggia.