Valle Stura: le tradizioni dei nostri nonni a tavola

Usi e costumi, soprattutto a tavola, di un territorio e del suo popolo. Al «Museo Civico Tubino» di Masone, da sabato al prossimo 26 febbraio, sarà visitabile la mostra «Un territorio appetibile», a cura dell’associazione Amici del Museo di Masone ed Enrico Giannichedda. In collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria e la Soprintendenza per i Beni Artistici, Storici e Antropologici della Liguria. Nel Museo di Masone, oggetti di epoche diverse raccontano di usi del territorio e attività produttive. Fra queste, le produzioni alimentari sono sempre state di enorme importanza. Latte, carne, miele, cereali, legumi, castagne, uva, ma anche altri cibi, che spesso si definiscono prodotti minori, erano il motivo per cui l’uomo occupava e organizzava il territorio. In passato di fame si poteva morire davvero, e procurarsi da mangiare era così importante che spesso, ancora in età moderna, gli operai al lavoro nelle fabbriche della valle erano pagati in natura. In pratica lavoravano per mangiare o poco di più. Così in mostra ci saranno reperti etnografici e archeologici per iniziare a fare un confronto sulla produzione passata e su quella del presente e del futuro in Valle Stura. Molte le conferenze e gli incontri.