Valorizzare le eccellenze italiane per uscire dalla crisi economica

Due convegni e una rivista per valorizzare le eccellenze italiane: un punto di forza per vincere la crisi economica.

Puntare sulle tante eccellenze italiane per vincere la crisi economica: il lavoro delle nostre imprese che muove anche gli investimenti stranieri, le conquiste nell'innovazione tecnologica e scientifica dei nostri cervelli, la nostra cultura e i nostri beni culturali strategici anche per il turismo, i nostri progetti sportivi.
Della necessità di comunicare efficacemente i punti di forza dell'Italia si è parlato alla tavola rotonda organizzata nell'ambito del Forum della comunicazione 2009 con il titolo «L'italia che comunica: ripartire dalle eccellenze italiane per il rilancio
Proprio con questo obiettivo è appena nata anche una nuova rivista, intitolata appunto «Eccellenze Italiane». L'obiettivo è valorizzare il nostro patrimonio culturale, scientifico e artistico. L'elegante fascicolo trimestrale, ideato e diretto da Rossana Pace e sostenuto dal Cnr, è stato presentato a Roma qualche giorno fa nel corso del convegno alla Camera dei Deputati su «Ripartire dalle eccellenze: una nuova narrazione del Paese», al quale ha partecipato anche il Sottosegretario agli Esteri Stefania Craxi, imprenditori, scienziati ed esponenti della politica e cultura italiana che hanno portato ognuno testimonianze di eccellenza italiana, da Luciano Maiani, fisico e presidente del Cnr, a Domenico Arcuri, Ad di Invitalia, a Maurizio Flamini, presidente Fg Group e presidente di Federlazio.
«La rivista - spiega Rossana Pace, - rendendo noti i frutti, spesso inediti, delle nostre ricerche, si propone di lavorare affinchè le eccellenze non vengano vissute come fatti isolati o peggio eccezioni, ma diventino ragioni e strumenti per creare un paese ad eccellenza diffusa. È importante che gli italiani si rendano conto che il loro modello economico e culturale è proprio la risposta di cui il mondo è alla ricerca per ribaltare la logica di primato della speculazione che ha portato alla crisi mondiale».
Per far conoscere tutte le ricchezze della nostra nazione e diffondere la consapevolezza degli innumerevoli punti di forza e potenzialità italiani nasce, dunque, il nuovo progetto editoriale. Che viene presentato nell'incontro a palazzo San Macuto.
«Il tratto identitario del nostro Paese è forte e il governo deve valorizzarlo in tutte le sue parti» ha affermato Stefania Craxi aprendo i lavori. «Questa rivista ci consente di pensare che in Italia ci sia anche qualcosa che va in controtendenza» ha detto Arcuri. «La ricerca italiana ha luci e ombre ma le luci sono forti e siamo apprezzabili e riconoscibili internazionalmente» ha sottolineato Maiani, che si è detto «fiero del sostegno dell'Ente alla nuova rivista». Per Flamini, anche la città di Roma può essere «eccellente candidata per portare un Gran Premio di Formula 1 nella capitale» secondo il progetto proposto appunto da Fg Group e Federlazio.