Il Vaticano reclama i diritti d'immagine per le foto del Papa

Dal Vaticano stretta sui diritti d'immagine del Papa. Ora Rcs rischia una singolare vertenza

La notizia, se confermata, avrebbe del clamoroso. Il Papa che chiede i diritti d'immagine sui propri discorsi, diritti e immagini. La norma risale al 2011, quando, pur in continuità con la legislazione esistente, il Vaticano varò una legge sui diritti d'immagine che mirava a tutelare l'immagine e l'onore del Santo Padre (allora Benedetto XVI, ndr), e soprattutto a preservare l'integrità del Magistero da distorsioni dottrinali e speculazioni a scopo di lucro.

"L’immagine del Romano Pontefice non può essere esposta, diffusa o messa in commercio quando ciò rechi pregiudizio in qualsiasi modo, anche eventuale, all’onore, alla reputazione al decoro o al prestigio della Sua persona”, recita l'articolo tre della legge. L'obiettivo, spiegò allora Radio Vaticana, era "introdurre l'espressa tutela degli scritti e dei discorsi del Pontefice e regolamentare i criteri di gestione della sua immagine e della voce".

Una disposizione confermata da Francesco a pochi giorni dalla sua elezione al Soglio Pontificio e che ora potrebbe causare una singolare vertenza con Rcs. Come riporta infatti il sito frontedelblog.it, il Vaticano avrebbe chiesto a Rcs i diritti d'immagine sulle foto del Papa pubblicate sullo speciale di Oggi pubblicato all'indomani dell'elezione di Francesco a Sommo Pontefice. Non i diritti d'autore sulle foto dell'Archivio Vaticano, ma proprio i diritti d'immagine per aver stampato immagini che riproducono la figura del Papa, spiega Il Fronte del Blog.

Se davvero potesse stabilirsi un precedente in questo senso, come diffondere foto ed immagini del Papa in futuro? Bisognerebbe pagare? Gli articoli di Oggi non avevano certo carattere denigratorio, eppure parrebbe che il Vaticano abbia deciso di battere cassa. Ora si attende una presa di posizione ufficiale, in un senso o nell'altro.

Commenti

cgf

Dom, 30/03/2014 - 22:27

Le diocesi in moltissimi Paesi sono considerate alla stregua di una qualunque azienda ed il locale vescovo il [big] Chief, allora dove è [ancora] il problema? Ci sono milioni di persone che si arrichiscono con le immagini del Papa, visti i cali delle offerte dei fedeli (arrivano anche al 40%) e con il contemporaneo aumento delle persone che si rivolge alla Chiesa, mi sembra giusto. Non c'era chi invocava che la Chiesa deve pagare l'ICI anche per la mensa dei poveri...?! Ratzinger l'ha pensata giusta!! cmq penso all'Argentina, è invasa di foto di Jorge Mario Bergoglio vestito da Papa, in tutti i luoghi (case/uffici/laboratori/officine/etc) ne trovi almeno una.