Vernazza, la spiaggia torna a ospitare pescatori e turisti

A vederla adesso, la spiaggia di Vernazza, è come se non fosse successo nulla, quel 25 ottobre 2011, come se l’alluvione non ci fosse stata. E anche se non dimenticheranno mai quelle ore di tregenda, i residenti e i volontari hanno fatto il possibile e l’impossibile per far dimenticare tutto agli ospiti. L’effetto ora è sotto gli occhi di tutti: in particolare, il porticciolo stato trasformato in modo quasi miracoloso da un lavoro incessante. Era stato ricoperto dai detriti, oggi è tornato a riempirsi di acqua di mare e a ospitare i gozzi dei pescatori. Il porticciolo e la spiaggia liberati hanno ospitato ieri un incontro per presentare il progetto europeo che ha consentito di ripulire lo specchio acqueo. Erano presenti il sindaco Vincenzo Resasco e gli assessori regionali Angelo Berlangieri e Renata Briano, oltre al Commissario straordinario del Parco Cinque Terre, Vittorio Alessandro. Ed è stato messo in rilievo, fra l’altro, che in venti giorni, sulla base della redazione, prima, di un progetto preliminare e, poi, di uno definitivo, rispettando le ferree regole europee e degli appalti, 6500 metri cubi di detriti, controllati dall’Arpal, sono stati trasportati alla spiaggia della Tagliata. Che ha potuto così essere ricostituita.