«Virtù eroiche» Pio XII più vicino alla beatificazione

da Roma

La causa di beatificazione di Pio XII ha compiuto ieri un ulteriore e decisivo passo in avanti: la riunione plenaria dei cardinali e dei vescovi della Congregazione per le cause dei santi, dopo aver esaminato i volumi della «Positio», ha votato in favore dell’«eroicità delle virtù» di Pacelli. È una tappa fondamentale, che segue il via libera della commissione storica, avvenuto l’anno scorso, ed è notevole il fatto che la votazione affermativa di ieri sia avvenuta all’unanimità.
Ora la decisione sarà sottoposta a Benedetto XVI dal cardinale José Saraiva Martins, Prefetto della Congregazione per le cause dei santi. Spetterà al Papa esaminare la risoluzione del dicastero vaticano ed eventualmente decretare «l’eroicità delle virtù» di Pio XII, che da quel momento potrà essere chiamato «venerabile». Il gradino successivo sarà l’individuazione di un presunto miracolo attribuito all’intercessione di Eugenio Pacelli, passaggio obbligato nel lungo iter che porta agli altari. Al contrario di quanto qualcuno si poteva aspettare, la riunione che si è svolta ieri non ha registrato contrapposizioni e non è stata affatto combattuta. Decisiva è stata la relazione introduttiva del vescovo Rino Fisichella, rettore della Pontificia università lateranense, e la guida dello stesso cardinale Prefetto, accompagnato dal nuovo Segretario del dicastero, monsignor Michele Di Ruberto. È noto che già in due occasioni diplomatici israeliani hanno chiesto al Vaticano di rimandare l’eventuale beatificazione.

Annunci Google
Altri articoli