Franchising per andare oltre la crisi, visitatori in aumento al Salone di Milano

Bilancio positivo del salone di Milano con più di 200 brand partecipanti e oltre 13.500 visitatori. Forte interesse per le iniziative Franchising School e Franchising Factory. Novità per la prossima edizione le aree dedicate a retail ed e-commerce

Visitatori in crescita del 4% per l’edizione 2013 del Salone Franchising Milano organizzato da RDS & Company con Fiera Milano: oltre 13.500, è il bilancio di chiusura della manifestazione dedicata al franchising, all’innovazione nel retail, alle nuove idee per la distribuzione e il commercio che ha visto oltre 200 brand partecipanti.

Numeri che confermano come il settore continui a tenere nonostante la situazione economica generale, dato positivo anche se si pensa che il franchising rappresenta rappresenta circa l’1,2% del Pil italiano. Con forti presenze sul mercato nazionale e internazionale. I marchi in franchising presenti in Italia sono 940 e negli ultimi tre anni sono cresciuti del 4% mentre i punti vendita in franchising sono più di 52mila, il 7% dei punti vendita al dettaglio del nostro Paese. In crescita anche i dati sull’internazionalità del comparto, con una forte crescita di catene italiane che si sviluppano all’estero con circa 8mila punti vendita; il 13% dei punti vendita appartenenti a catene franchising italiane sono al di fuori del paese di origine. E l’interesse del mercato estero è stato testimoniato anche in questa edizione con la presenza di numerosi buyer esteri (Cina e Finlandia presenti con due delegazioni), arrivati da una decina di Paesi (tra cui Turchia, Corea, Francia, Spagna, Tunisia, Marocco e India).

Successo, in fiera in particolare per Franchising School, l’iniziativa, inserita all’interno del Salone, dedicata al visitatorecon l’obiettivo di avvicinarsi al mondo del franchising per mettersi in proprio e ha coinvolto oltre 500 visitatori. Molto interesse anche per Franchising Factory, un servizio di consulenza gratuita per i visitatori attivo nei giorni del Salone con una serie di desk dove vari professionisti del settore hanno accolto sia chi ha un'idea e vuole diventare franchisor, sia di chi vuole diventare franchisee.

"I numeri delle presenze di questa edizione del Salone Franchising Milano - ha sottolineato Antonio Fossati, presidente di RDS & Company – confermano la qualità di questo mercato in un difficile periodo storico: il franchising è un settore anticrisi. Il franchising è al servizio dell’imprenditore e rende più facile avviare un’impresa. È vero però che il franchising non rappresenta una scorciatoia per chi vuole fare impresa; richiede investimenti, ma soprattutto competenze. E su questo ultimo tema che abbiamo investito molto durante questa edizione del salone, che è diventato un polo di incubazione e di formazione straordinario e sono felice che il successo di adesioni a Franchising School e Franchising Factory ci abbia dato ragione".

Il Salone è stato anche l’occasione per favorire lo sviluppo dell'imprenditorialità e dell'occupazione al femminile nel settore del franchising in Italia. Il Salone del Franchising, Federfranchising-Confesercenti e Fiera Milano hanno infatti avviato un tavolo di lavoro comune che punta a coinvolgere le istituzioni a livello nazionale ed europeo, oltre al mondo finanziario, con l'obiettivo di lanciare progetti concreti sia nel campo dell’occupazione e dell’assistenza alle nuove imprese femminili, sia per trovare strumenti di conciliazione o per promuovere i progetti più visionari sul futuro in ambito italiano ma anche in un'ottica di Expo 2015. I primi frutti del tavolo di lavoro saranno già raccolti durante la prossima edizione del Salone Franchising Milano, dal 7 al 10 novembre 2014, che si arricchirà delle sezioni dedicate a retail ed e-commerce.