Webturisti, ecco i siti con le guide più strane

Una delle bibbie delle vacanze fai da te è dedicata alle destinazioni a rischio. Si intitola: «Torna indietro vivo»

L’abitudine ad organizzare il proprio viaggio su internet è ormai, per molti, consolidata: tariffe aeree, alberghi e pensioni dai prezzi più convenienti sono facili da trovare, per un itinerario indipendente ed economico, almeno nelle intenzioni. Per chi desideri realizzare una vacanza davvero inusuale, il web può essere una fonte ancora più utile, come ha fatto notare ieri il quotidiano britannico The Independent, che ha proposto una mappa dei siti di viaggio più «particolari» in circolazione, quelli che raccolgono ciò che, in una guida comune, non si può scovare. Confluence.org, ad esempio, è per appassionati di geografia: l’obiettivo è visitare ogni luogo della terra dove si intersecano meridiani e paralleli. Chi riesca a vederne uno, deve scattare una foto e inviarla al sito: ne sono state già raccolte oltre 56mila, anche se non tutte rispettano i canoni. Icebergfinder.com, invece, è dedicato agli appassionati di queste masse di ghiaccio e offre una mappa per le province canadesi. Chi è patito di armi e guerre può visitare atomictourist.com, che «promuove il turismo nelle località del mondo che sono state sito di esplosioni nucleari, ospitano mostre sullo sviluppo delle armi atomiche o mezzi costruiti per trasportarle». Meno cupo e più culinario, invece, l’intento di cheeseontour.com: il filo conduttore è il formaggio, catturato in tutte le sue forme ma, soprattutto, sullo sfondo di mete «classiche», dalle cattedrali francesi alle romantiche Cliffs of Moher irlandesi. Ciò che conta non è il paesaggio, ma la fettina ben esibita. Più legato all’attualità, invece, è comebackalive.com, ovvero «torna indietro vivo»: una lista dei paesi «a rischio» che, per i gestori del sito, include anche il Messico e gli Stati Uniti. Per non correre alcun pericolo, basta sfogliare le guide di jetlagtravel.com: non si parla di problemi col fuso orario, ma di luoghi fantastici come la Gastronesia, il San Sombrero, le isole Tofu e il Moustaschistan, tutti descritti nei minimi dettagli. Un esempio? La Molvania, terra intoccata dalla scienza dell’odontoiatria.