Ecco perché non mettere lo smartphone sotto al cuscino

Tenuto sotto un cuscino in fase di carica, a New York uno smartphone ha propagato un piccolo incendio a causa dell'eccessivo surriscaldamento. Le foto dell'incidente, condivise su Twitter dagli agenti di Polizia, parlano da sole

Se è vero che per moltissime persone lo smartphone è diventato un'estensione naturale delle proprie dita, è altrettanto vero che esistono circostanze in cui sarebbe meglio separarsene. Uno di questi casi è stato segnalato proprio ieri dal trentatreesimo distretto della Polizia di New York, intervenuta d'urgenza in un'abitazione di Washington Heights, quartiere Nord della città nella zona di Manhattan.

Come testimoniano infatti alcune foto scattate dagli agenti, condivise poi su Twitter proprio dall'account ufficiale del trentatreesimo distretto, l'allarme è stato lanciato quando uno smartphone Samsung, in carica e tenuto sotto il cuscino del letto, dopo essersi eccessivamente surriscaldato ha preso fuoco. “Non mettete il vostro smartphone sotto ad un cuscino quando dormite o quando lo state ricaricando. Condividete questo suggerimento e prestate attenzione”, spiega il comando di Polizia nel tweet che accompagna le immagini dell'incidente.

Foto, queste, che lasciano ben poco spazio alle interpretazioni. Oltre ad aver sostanzialmente distrutto e fuso in alcuni punti lo smartphone, i danni dovuti al piccolo incendio sono ben visibili infatti tanto sul cuscino quanto sul materasso, entrambi anneriti e con evidenti segni di bruciature. Per quanto riguarda invece eventuali conseguenze dell'eccessivo surriscaldamento del telefono cellulare su persone, la Polizia del trentatreesimo distretto di New York non ha diffuso alcuna notizia.