Guarda un film porno e muore d'infarto

L’episodio è accaduto allo storico Cinema Orfeo di via Maqueda, vicino alla stazione centrale: la vittima è un 60enne di Bagheria

Un uomo è stato stroncato da un infarto mentre stava vedendo un film porno al cinema. È successo a Palermo, nello storico Cinema Orfeo che da più di quarant’anni proietta soltanto film a luci rosse nella sala di via Maqueda. La vittima era seduto in poltrona a vedere il vietatissimo Lotta al potere, film hard con le star del genere Silvia Saint, Carmen Vera e Cristina Bella.

Il 60enne di Bagheria, definito dall’esercente all’edizione palermitana di Repubblica un “cliente abituale”, non ha retto le performance delle tre dive: a dare l’allarme sono stati alcuni spettatori al termine della proiezione. Sul posto sono subito intervenuti i sanitari del 118 e le volanti della polizia. Il medico legale ha accertato che la morte è avvenuta per un infarto.

Morire al cinema per un film porno

L’Orfeo è una delle rare sale a luci rosse rimaste in Italia. L’avvento del porno su internet ha stroncato questo mercato: ad oggi, si contano pochissimi cinema porno in attività, dove spesso si va a cercare compagnia piuttosto che a vedere i film.

A Milano gli ultimi a resistere, tra i tanti, sono stati gli storici Pussycat di via Giambellino e Ambra di via Clitumno; a Roma l’Ulisse sulla Tiburtina ha chiuso i battenti congedando il pubblico dalle sue lunghe ore di programmazione, mentre persino l’Ambasciatori Sexy Movie, a due passi da Termini, fatica a stare in vita proponendo nuovi titoli e grandi classici.

Le ultime sale sopravvissute sono sparse tra Como (il glorioso Cinema Italia a Ponte Chiasso), Genova, Bologna, Forlì, Pescara, Napoli e, appunto, Palermo. Ma anche qui, sebbene quello del porno sia sempre un mercato florido, c’è aria di crisi perché è difficile resistere alla concorrenza di PornHub (che ha persino lanciato aggressive tecniche di marketing come gli abbonamenti gratis per donne col ciclo) o YouPorn.