Preside: "Non fumate cannabis quando portate i bimbi a scuola"

La preside della scuola elementare St. John di Radcliffe scrive una lettera ai genitori: "Quando venite a prendere i vostri figli, non fumate spinelli per piacere"

Sta facendo discutere la lettera scritta dalla preside della scuola elementare St. John di Radcliffe, vicino a Manchester: "Quando venite a prendere i vostri figli, non fumate spinelli per piacere". L'invito rivolto ai genitori che consumano cannabis nei pressi delle scuole fa riflettere.

L'allarme lanciato dalla dirigente scolastica testimonia quanto in Gran Bretagna sia sentito il problema dell'abuso di cannabis; il sistema sanitario nazionale si è occupato negli ultimi 3 anni di 366 casi, di età compresa fra i 4 e i 12 anni: il 59 per cento di questi minori – compresi bambini di 4, 5, 6 e 7 anni – hanno ricevuto cure per abuso di cannabis, mentre un terzo è dipendente da alcolici. L'avviso rivolto ai genitori serve per evitare che i ragazzi possano seguire il loro esempio.; infatti, a quanto pare l'uso di cannabis da parte dei ragazzi matura tra la mura domestiche e spesso le autorità britanniche hanno invitato i genitori a regolare certe abitudini nella vita familiare.

La dirigente scolastica Deborah Binns, ha commentato così l'increscioso accaduto:“Abbiamo ricevuto allarmanti racconti di genitori che si fanno le canne vicino a scuola quando vengono a portare o a prendere i propri figli. Questi comportamenti sono stati notati da altri genitori ma anche da alcuni dei bambini più grandi. Si tratta di qualcosa di estremamente preoccupante - ha dichiarato la Binns alla stampa - e se ci saranno nuove segnalazioni ne parleremo con le autorità preposte. Abbiamo informato la vigilanza di quartiere e loro si sono detti disponibili a chiudere un occhio sulla situazione. Per favore, rispettate la nostra scuola come un luogo di apprendimento e fate in modo di essere un esempio all’interno della comunità.

Di fatto, con la parziale liberalizzazione del consumo di cannabis in Gran Bretagna, dove nel 2004 è stato abolito l’arresto per chi coltiva la droga “leggera” in casa, i numeri di persone malate sono cresciuti; secondo l’indagine resa nota a febbraio dell’emittente indipendente Itv, vengono sequestrate in media 656 coltivazioni al mese (il 39 per cento in più in soli 5 anni) mentre nel 2008 la media era 252. Intanto non è ancora chiaro quanti genitori siano coinvolti nell uso di cannabis vicino alla scuola di St. John di Radcliffe; la polizia terrà sotto controllo la zona nelle prossime settimane.

Il professor Jason Harvey ha aggiunto:“La nostra preside ha ricevuto due genitori molto preoccupati da questa situazione. Per questo motivo è stato deciso di inviare quella lettera. Non sappiamo quanti sono stati visti fare uso di cannabis vicino a scuola. Ci sono genitori meravigliosi e vogliamo ricordare a tutti che questa è una scuola. Ci sono cose che è appropriato fare qui e cose che non lo sono”. Sulla pagina Facebook della scuola elementare di Radcliffe è stato postato questo commento: “Di sicuro le persone che fumano possono aspettare di arrivare a casa o quanto meno di allontanarsi da scuola per farlo”.