Sindaco a luci rosse: lo screenshot rivela un sito hard sul PC

L'incidente ha colpito il sindaco CDU di una città nel nord della Germania. Dalle ricerche web del primo cittadino fanno capolino i termini "BDSM" e "punished"

Ha suscitato grande imbarazzo lo screenshot postato su Facebook da Thomas Köppl, sindaco CDU della città tedesca di Quickborn, nel nord della Germania. Durante una discussione su una pagina comunitaria che raccoglie alcuni degli abitanti del centro urbano, il sindaco è intervenuto infatti pubblicando uno screenshot che mostrava la pagina Wikipedia dedicata alla Costituzione della Germania.

Come hanno però immediatamente notato alcuni utenti, non è stata quest'ultima a catturare l'attenzione degli internauti. Non a caso, tra le varie pagine del browser aperte al momento dello screenshot, faceva capolino ben più d'una ricerca in chiave pornografica. Tutte, però, unite da un unico comune denominatore: il genere sadomaso. Tra le ricerche, infatti, spunta un riferimento al BDSM, pratica sessuale che si riferisce al mondo del bondage e della dominazione. Ma non mancano ricerche anche decisamente più spinte, tra cui le parole chiave “German sl*t punished” e la pagina di un motore di ricerca dedicato a materiale per adulti.

Sebbene il sindaco Köppl abbia provveduto immediatamente a cancellare l'imbarazzante screenshot, ormai la figuraccia era divenuta virale. E dopo un blando tentativo di dare la colpa ad un errore di Google, il politico della CDU ha ammesso di aver effettuato quelle ricerche spiegando, tuttavia, di averlo fatto spinto da puro spirito accademico. In vacanza nel Sud Tirolo, Köppl ha affermato di aver sentito quei termini – BDSM e così via – nel corso di una discussione tra due uomini all'attesa dello ski-lift. Non sapendo di cosa si trattasse, una volta rientrato in camera il sindaco avrebbe quindi cercato su internet le risposte ai propri dubbi.